Astragalo

Redazione originale Lucinda Hampton Contributori principaliLucinda Hampton, Ewa Jaraczewska, Kim Jackson e Vidya Acharya

Introduzione(edit | edit source)

Quasi il 70% delle lesioni alla caviglia può causare lesioni condrali e osteocondrali di vario grado all’astragalo.

L’astragalo è il secondo osso più grande nella regione del retropiede del corpo umano. Ha il compito di trasmettere il peso del corpo e le forze che passano tra la parte inferiore della gamba e il piede.

Osso talo - animazione03.gif

L’astragalo (nell’immagine viene mostrato l’astragalo sinistro)

  • È una componente di molte articolazioni multiple, tra cui l’articolazione tibio-tarsica (caviglia), l’articolazione astragalo-calcaneare e l’articolazione tarsale trasversa
  • Non ha inserzioni muscolari dirette e ha un apporto di sangue debole e limitato
  • È la sede di inserzione per molti legamenti, tra cui i legamenti della caviglia laterale e il complesso del legamento deltoideo mediale

Le fratture dell’astragalo rappresentano circa l’1% di tutte le fratture del piede e della caviglia.

È importante essere consapevoli del verificarsi di lesioni astragaliche sia isolate che associate e della loro entità e implicazioni cliniche e potenzialmente a lungo termine.(1)

Struttura(edit | edit source)

Talus .png

L’astragalo è un osso incredibile. Nonostante le sue piccole dimensioni, trasmette una forza considerevole durante il normale ciclo del passo e in modo ancora più significativo durante le attività di impatto.

  • L’astragalo ha la forma di un tronco di cono ed è più largo anteriormente che posteriormente (è un osso a forma di sella irregolare).
  • Circa due terzi della sua superficie sono ricoperti da cartilagine articolare e ha un apporto di sangue debole, simile a quello dello scafoide.
  • L’astragalo ha sette superfici articolari ed è diviso in testa, collo e corpo, e due processi, il processo posteriore e il processo laterale.
  • Il corpo dell’astragalo presenta una superficie trocleare liscia e ricurva, detta anche cupola dell’astragalo, rivestita di cartilagine ialina e convessa da davanti a dietro. Le superfici mediale e laterale si articolano rispettivamente con il malleolo mediale (della tibia) e il malleolo laterale (del perone). La superficie articolare laterale è ampia e sporge più inferiormente. La parte inferiore della superficie laterale forma una proiezione ossea chiamata processo laterale, che sostiene la parte inferiore della faccetta articolare laterale. La faccia posteriore presenta un processo posteriore rivolto all’indietro e medialmente, con un tubercolo laterale e uno mediale separati da un solco per il tendine del flessore lungo dell’alluce.
  • La testa dell’astragalo è la parte che si articola con l’osso navicolare. Sull’aspetto inferiore, questo è continuo, con tre faccette articolari separate da creste lisce. Le faccette anteriori e medie si articolano con le faccette corrispondenti del calcagno. C’è un’altra faccetta, mediale rispetto a quelle sopra citate, per l’articolazione con il legamento di spring. La testa e il corpo dell’astragalo sono collegati dal collo dell’astragalo, che è inclinato verso il basso distalmente e medialmente.(2)
  • La superficie inferiore del collo dell’astragalo presenta un solco profondo, il sulcus tali, che passa obliquamente in avanti e si espande da mediale a laterale. Forma il seno tarsale con il solco calcaneale del calcagno. (3)
Osso talo - animazione01.gif

Articolazioni(edit | edit source)

  • Superiormente attraverso la cupola dell’astragalo per formare l’articolazione del mortaio della caviglia con la tibia e il perone.
  • Infero-posteriormente: grande faccetta obliqua concava che si articola con il calcagno per formare l’articolazione astragalo-calcaneare.
  • Antero-inferiormente: due faccette per l’articolazione con il calcagno per formare parte dell’articolazione articolazione astragalo-calcaneo-navicolare
  • La testa dell’astragalo (superficie articolare a cupola) con l’osso navicolare (depressione circolare sulla superficie posteriore)(3)

Inserzioni muscolari( modifica | modifica fonte )

L’astragalo non funge da sede per le inserzioni muscolari, il che è significativo perché significa che l’astragalo non ha fonti di apporto di sangue secondarie.

  • In caso di compromissione vascolare dell’astragalo a causa di lesioni traumatiche, come nel caso di una frattura scomposta, esiste un rischio relativamente elevato di sviluppare una necrosi avascolare post-traumatica (AVN)(1)

Legamenti(edit | edit source)

  • Legamento peroneo-astragalico anteriore
  • Figure 3-Ankle ligaments.PNG

    Legamento peroneo-astragalico posteriore

  • Legamenti astragalo-calcaneari
  • Legamenti del seno tarsale
    • Legamento cervicale
    • Legamento astragalo-calcaneare interosseo
  • Legamento deltoideo
    • Legamento tibio-astragalico anteriore
    • Legamento tibio-astragalico posteriore superficiale
    • Legamento tibio-astragalico posteriore profondo
  • Legamento astragalo-navicolare dorsale(3)

Apporto sanguigno( modifica | modifica fonte )

  • Arteria tibiale posteriore nel lato mediale del corpo e nel seno
  • Arteria tibiale anteriore/arteria dorsale del piede nella testa e nel collo
  • Arteria peroneale nell’aspetto laterale del corpo e nel seno(3)
Anatomia della caviglia e del piede 4.jpg

Innervazione(edit | edit source)

  • Nervo peroneo profondo
  • Nervo tibiale
  • Nervo safeno
  • Nervi surali(3)

Significato clinico( modifica | modifica fonte )

Necrosi avascolare (AVN)( modifica | fonte edit )

Le fratture dell’astragalo hanno un rischio elevato di sviluppare AVN per via del suo apporto sanguigno intrinsecamente debole e limitato.

  • Le fratture dell’astragalo rappresentano l’1% di tutte le fratture del piede e della caviglia e le fratture astragaliche più comuni (circa il 50%) si verificano nel collo dell’astragalo, la parte più debole dell’astragalo.(1)
  • Le fratture del corpo dell’astragalo costituiscono il 20% di tutte le fratture dell’astragalo e se la frattura si estende attraverso una superficie articolare del corpo dell’astragalo, possono verificarsi sequele di osteoartrite.

Fratture da avulsione dell’astragalo( modifica | fonte edit )

Le distorsioni laterali della caviglia sono le lesioni atletiche più comuni, costituendo il 15-20% di tutti gli infortuni atletici e l’85% di tutte le distorsioni della caviglia.

  • Per via dell’inserzione dell’ATFL e del PTFL sull’astragalo, le fratture da avulsione potrebbero verificarsi quando questi legamenti subiscono lesioni nelle distorsioni laterali della caviglia.
  • L’1% di tutte le distorsioni della caviglia provoca fratture da avulsione dell’astragalo, quindi è importante considerarle nella diagnosi differenziale quando i pazienti presentano i sintomi di una distorsione laterale della caviglia, soprattutto se presentano gonfiore, lividi o difficoltà a caricare il peso corporeo.
Caviglia Post Med View Google.jpg

Sindrome del tunnel tarsale( modifica | fonte edit )

La sindrome del tunnel tarsale si verifica sull’aspetto mediale della caviglia. Il tunnel tarsale forma un pavimento osseo costituito da tibia, astragalo e calcagno e un tetto fibroso costituito dal retinacolo dei flessori. Il nervo tibiale posteriore, l’arteria, la vena, il tibiale posteriore, i tendini del flessore lungo dell’alluce e del flessore lungo delle dita si trovano all’interno del tunnel tarsale e il nervo tibiale posteriore può rimanere intrappolato in questo spazio.

  • Caratterizzata da dolore, parestesia e perdita di sensibilità a livello del piede e della caviglia mediale. Nei casi più gravi i pazienti potrebbero anche manifestare debolezza e atrofia muscolare.
  • Le lesioni ossee sull’astragalo, come gli osteofiti o l’osteosarcoma, potrebbero causare la compressione del nervo tibiale posteriore nel tunnel tarsale, provocando la sindrome del tunnel tarsale.

Piede piatto( modifica | fonte edit )

Attraverso l’articolazione astragalo-calcaneare, l’astragalo mantiene gli archi longitudinali mediale e laterale. Il piede piatto si verifica quando c’è un’alterazione della morfologia delle faccette articolari dell’astragalo e la biomeccanica dell’articolazione astragalo-calcaneare cambia, il che può portare al piede piatto. (1)

Sindrome di os trigonum( modifica | fonte edit )

Con sindrome di os trigonum ci si riferisce al dolore posteriore alla caviglia e alla ridotta flessione plantare causata dal “fenomeno dello schiaccianoci”. Quando è presente un os trigonum, questo ossicino accessorio e i tessuti molli circostanti possono incunearsi tra la tibia, l’astragalo e il calcagno. Questo può portare all’infiammazione delle strutture coinvolte. (4)(5)

Citazioni(edit | edit source)

  1. 1.0 1.1 1.2 1.3 Khan IA, Varacallo M. Anatomy, Bony Pelvis and Lower Limb, Foot Talus. (Updated 2023 Aug 8). In: StatPearls (Internet). Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK541086/ (last access 29.10.2023)
  2. Majeed H, McBride DJ. Talar process fractures: An overview and update of the literature. EFORT Open Rev. 2018 Mar 29;3(3):85-92.
  3. 3.0 3.1 3.2 3.3 3.4 Morgan M, Worsley C, Yu Y, et al. Talus. Reference article, Radiopaedia.org. Available from https://radiopaedia.org/articles/talus (last access 29.10.2023)
  4. Russell JA, Kruse DW, Koutedakis Y, McEwan IM, Wyon MA. Pathoanatomy of posterior ankle impingement in ballet dancers. Clin Anat. 2010 Sep;23(6):613-21.
  5. M. Nyska, G. Mann Unstable Ankle. Leeds: Human Kinetics Publishers, 2002


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili