Applicazione pratica della valutazione e della riabilitazione dei ballerini – Caso studio

EditriceCarin Hunter sulla base del corso di Michelle Green-Smerdon
Collaboratori principaliCarin Hunter e Jess Bell

Introduzione(edit | edit source)

Questo caso studio fa parte del corso Applicazione pratica della valutazione e della riabilitazione dei ballerini.

Valutazione(edit | edit source)

La signorina E è una ballerina di 20 anni. Balla da 17 anni e pratica danza classica, tip tap, danza moderna, danza contemporanea e teatro musicale.

Si presenta con un punteggio di 7/9 alla Scala di Beighton(1), che indica che è ipermobile.(2) Il suo punteggio di Beighton è il seguente:

Movimento testato Punteggio
Sinistra Destra
1. Flessione dorsale passiva e iperestensione della V articolazione MCP oltre i 90° 1 1
2. Apposizione passiva del pollice sull’aspetto flessore dell’avambraccio 0 0
3. Iperestensione passiva del gomito oltre i 10° 1 1
4. Iperestensione passiva del ginocchio oltre i 10° 1 1
5. Flessione attiva in avanti del tronco con le ginocchia completamente estese in modo che i palmi delle mani poggino sul pavimento (solo 1 punto possibile) 1
TOTALE 7 / 9

Il disturbo principale della signorina E è il dolore sulla parte superiore di entrambi i piedi quando sale sulle punte, quando esegue un rollover e nei roll-up.

Valutazione pre-punte( modifica | modifica fonte )

1. Airplane test(3)

La ballerina deve trovarsi nella corretta posizione di partenza e ricevere le indicazioni appropriate per completare il test. Le istruzioni dettagliate per questo test sono disponibili qui. Ricordate sempre di testare e confrontare sia il lato destro che quello sinistro. Durante l’esecuzione di questo test, è importante osservare: il controllo del bacino, l’allineamento delle ginocchia, la coordinazione, il controllo dei movimenti e la capacità di mantenere le anche squadrate e allineate. È consigliabile fare un video di questo test. Ciò consente al valutatore di analizzare in dettaglio il movimento e di fornire un feedback alla ballerina.

La signorina E ha completato il test sia dal lato destro che da quello sinistro. Dal lato sinistro dimostra un leggero sollevamento dell’anca nell’arto sollevato. Tuttavia, si presenta con un buon allineamento, controllo ed equilibrio. L’allineamento e il controllo sono migliori dal lato destro rispetto a quello sinistro.

2. Single Leg Heel Raise test(3)

Quando la signorina E completa il test di sollevamento del tallone su una gamba sola dal lato sinistro, ruota tra le dita dei piedi mentre sale e scende e mostra un leggero movimento falciante del piede. Durante il test dal lato destro, l’allineamento del piede della signorina E non è corretto e solleva completamente l’alluce. Porta anche ad artiglio le dita dei piedi. Come discusso qui, il ruolo più importante dei muscoli intrinseci del piede per i ballerini di danza classica è quello di opporsi all’effetto ad artiglio dei flessori lunghi delle dita.(4) Quando si ripete il test, la gamba inferiore della signorina E si allontana dall’altra gamba. Questa compensazione è un tentativo di ottenere controllo e stabilità. Inoltre, la signorina E ruota e non riesce a rimanere centrata/allineata come con la gamba sinistra.

3. Topple test(5)

Il Topple test valuta la capacità del ballerino di eseguire una singola piroetta ordinata.(6) Come per l’Airplane test, è fondamentale effettuare una registrazione video di questo test perché il movimento viene eseguito molto velocemente. Pertanto, è troppo difficile controllare a occhio nudo tutti i punti necessari per ottenere la “sufficienza”. Un video consente inoltre al valutatore di fornire un feedback al ballerino.

Quando la signorina E completa questo test, il posizionamento e l’atterraggio sono leggermente errati e devono essere più centrati. Ruota sulle punte dei piedi e non riesce a mantenere l’allineamento quando è sulle punte.

4. Single Leg Sauté test(7)

Quando si esegue una valutazione, è bene evitare di eseguire il test di sollevamento del tallone su una gamba sola e il Sauté test uno dopo l’altro, poiché entrambi i test valutano la resistenza del polpaccio. Pertanto, i risultati non saranno accurati se i test vengono eseguiti uno dopo l’altro, poiché il ballerino potrebbe essersi affaticato. Il Sauté test è una serie di 16 salti consecutivi.(6) Il test viene descritto in dettaglio qui.

Durante il test dal lato sinistro, la signorina E inizia a flettere le anche e a piegarsi in avanti. Non è in grado di arrivare alla stessa altezza sulle punte quando completa più ripetizioni. Dal lato destro, la signorina E non riesce a saltare così in alto e gli atterraggi sono molto più irregolari; non riesce ad atterrare nello stesso punto. Man mano che si stanca, la parte superiore del corpo inizia a oscillare per compensazione.

5. Pencil test(8)

Il Pencil test valuta l’escursione complessiva della flessione plantare del complesso caviglia-piede.(9) Data l’ipermobilità della signorina E (evidenziata dal punteggio di Beighton), ci si aspetta che abbia un buon range in flessione plantare. Nel Pencil test, la matita viene appoggiata sul piede della signorina E.

Questi cinque test sono tutti illustrati in modo più dettagliato nella pagina sulla valutazione pre-punte.

Valutazione rapida della scarpa da punta( modifica | modifica fonte )

La scarpa da punta viene discussa in dettaglio qui.

La signorina E balla con una scarpa da punta Grishkho. Come discusso in precedenza, la signorina E è ipermobile. Pertanto, una scarpa da punta ideale per la signorina E dovrebbe offrire maggiore resistenza, supporto e struttura. Tuttavia, valutando le sue scarpe, entrambe hanno una suola molto flessibile.

Nella valutazione soggettiva, la signorina E rivela che le scarpe sono state rodate dalla normale camminata e dalle abituali lezioni di danza classica e di barre.

Nella valutazione iniziale, sembra che le sia stata calzata una scarpa da punta non corretta:

1. Sollevamento

La paziente inizia in parallelo, il che rende più facile il confronto tra il lato destro e quello sinistro. Passa dall’essere appoggiata completamente sul pavimento alla posizione sulle punte. Si tratta di un test rapido per controllare l’allineamento e valutare il livello di sforzo necessario per salire sulle punte. Quando si esegue questa valutazione, è più efficace se il paziente passa a un demi-plié e poi sulle punte, per poi invertire il movimento.(4)

Quando la signorina E esegue questo test, il ginocchio sinistro è bloccato in iperestensione. Il suo trasferimento sulle punte è a scatti e comprende due movimenti piuttosto che un unico movimento fluido. Alla fine del movimento, collassa sulle punte invece di sollevarsi e controllare il movimento.

Quando è sulle punte, la signorina E va sulle nocche o cade in avanti sulle punte. Sbaglia a salire sulla mascherina e non è in grado di controllare/tenere il piede sollevato. C’è un cedimento, o un collasso, del piede. Questo comporta un eccessivo stiramento dei legamenti e dei tendini della parte anteriore.

2. Punte

Durante la valutazione delle punte, la signorina E collassa in un movimento aleatorio o falciante dal lato destro. Il lato sinistro è allineato leggermente meglio.

3. Plié

Quando la signorina E esegue un plié, ruota leggermente in dentro sui piedi, creando un cedimento nella sua rotazione. Quando il terapista propone una correzione, la signorina E trova il movimento più difficile, ma riesce a mantenere la posizione.

Alla signorina E viene poi chiesto di eseguire un grand plié ed è evidente che i suoi talloni non siano alla stessa altezza. Quando esce dal grande plié, cade leggermente fuori allineamento, il che potrebbe essere indicativo di una debolezza dei muscoli intrinseci.

Valutazione oggettiva e risultati( modifica | modifica fonte )

1. Osservare il movimento che provoca il dolore – Il rollover

All’osservazione del rollover della signorina E, il suo piede collassa e perde l’allineamento.

Per correggere questo problema, è possibile disegnare dei segni di allineamento. Si può anche chiedere al ballerino di ripetere il movimento davanti a uno specchio. In questo modo si fornisce un input visivo finché il ballerino non ha la forza e la propriocezione necessarie per completare il compito senza assistenza. Insegnare l’allineamento corretto può aiutare anche in caso di rollover.(4)

2. Disegnare segni di allineamento e controllare l’allineamento del piede (10)(11)

Fare un segno sul punto tra il malleolo laterale e quello mediale, tracciare una linea retta fino al secondo dito del piede. Quando la ballerina punta il dito del piede, la linea dovrebbe essere dritta. Non dovrebbe fare un movimento falciante o eccessivamente aleatorio. La ballerina può anche unire i piedi in parallelo e alzarsi in demi-pointe e il segno dovrebbe creare una linea verticale.(4)

Intervento e risultati( modifica | fonte di modifica )

Alla signorina E vengono proposti cinque semplici esercizi per rinforzare i muscoli e migliorare il controllo e la consapevolezza del piede:(4)

1. Doming

Il doming è un buon esercizio per la signorina E, in quanto la donna afferrava e artigliava con le dita dei piedi a terra, il che indica una debolezza dei muscoli intrinseci. Questo esercizio favorisce il sollevamento delle teste metatarsali e dell’arco trasverso. Le dita dei piedi dovrebbero essere piatte/dritte mentre la testa del metatarso viene sollevata.

2. Alluce su

Le quattro dita piccole vengono mantenute comode a terra, mentre l’alluce viene sollevato. Questo esercizio è per l’estensore lungo dell’alluce.

3. Alluce giù

Le quattro dita piccole vengono sollevate, mentre l’alluce viene mantenuto comodamente a terra. Questo esercizio è per l’estensore lungo delle dita.

4. Pianoforte

In questo esercizio, vengono sollevate tutte e dieci le dita dei piedi. L’obiettivo è quello di appoggiare a terra ogni dito del piede, in ordine, iniziando dal mignolo e terminando con l’alluce. Poi si procede in ordine inverso, iniziando dall’alluce e terminando con il mignolo.

Se è presente qualche segno di presa o di artigliamento con le dita dei piedi, come ha dimostrato la signorina E, questo esercizio deve essere praticato fino a quando le dita dei piedi sono a loro agio e rimangono rilassate/dritte.

5. Abduzione dell’alluce

L’ultimo esercizio consigliato alla signorina E è l’abduzione dell’alluce. I piedi sono posizionati parallelamente sul pavimento. Gli alluci vengono sollevati, allontanati dalle altre dita del piede (ossia in abduzione) e appoggiati sul pavimento. Il movimento viene poi invertito sollevando l’alluce e riportandolo nella posizione iniziale (ossia in adduzione).

Risultati(edit | edit source)

Alla signorina E viene chiesto di non praticare il lavoro sulle punte fino a quando: non avrà fatto gli esercizi; non avrà più dolore all’avampiede durante il rollover; non si sarà sottoposta a una valutazione della calzatura della scarpa da punta da parte di un sarto professionista.

Raccomandazioni di trattamento( modifica | fonte di modifica )

1. Rotolamento della pallina

2. Stretching e massaggio dei muscoli intrinseci

3. Esercizi con Theraband – in tutti questi esercizi, l’allineamento e il controllo sono fondamentali:

  • La flessione plantare rinforza il gastrocnemio e il soleo. È importante piegare la caviglia, mantenendo le dita dei piedi completamente dritte, per poi puntare le dita ed evitando di portarle ad artiglio.
  • La flessione dorsale rinforza il tibiale anteriore
  • Inversione con piede piatto e dita puntate
  • Eversione con piede piatto e dita puntate

Citazioni(edit | edit source)

  1. Alter M. Science of Flexibility. Sheridan books 2004 (third edition); page 89
  2. Biernacki JL, Stracciolini A, Fraser J, Micheli LJ, Sugimoto D. Risk factors for lower-extremity injuries in female ballet dancers: a systematic review. Clinical journal of sport medicine. 2021 Mar 1;31(2):e64-79.
  3. 3.0 3.1 DeWolf A, McPherson A, Besong K, Hiller C, Docherty C. Quantitative measures utilized in determining pointe readiness in young ballet dancers. Journal of Dance Medicine & Science. 2018 Dec 1;22(4):209-17.
  4. 4.0 4.1 4.2 4.3 4.4 Green-Smerdon M. Biomechanics of the Dancer’s Ankle and Foot Course. Physioplus, 2022.
  5. Altmann C, Roberts J, Scharfbillig R, Jones S. Readiness for en pointe work in young ballet dancers are there proven screening tools and training protocols for a population at increased risk of injury?. Journal of Dance Medicine & Science. 2019 Mar 15;23(1):40-5.
  6. 6.0 6.1 Hewitt S, Mangum M, Tyo B, Nicks C. Fitness testing to determine pointe readiness in ballet dancers. Journal of Dance Medicine & Science. 2016 Dec 15;20(4):162-7.
  7. Batalden L. Pointe-Readiness Screening and Exercise for the Young Studio Dancer. Orthopaedic Physical Therapy Practice. 2020;32(1):48-50.
  8. Bonham K. The Prevalence and Efficacy of Cross-training in a Professional Ballet Environment: A Literature Review. (2021). Senior Theses. 397
  9. Richardson M, Liederbach M, Sandow E. Functional criteria for assessing pointe-readiness. Journal of Dance Medicine & Science. 2010 Sep 1;14(3):82-8.
  10. Bronner S, Lassey I, Lesar JR, Shaver ZG, Turner C. Intra-and inter-rater reliability of a ballet-based dance technique screening instrument. Medical Problems of Performing Artists. 2020 Mar 1;35(1):28-34.
  11. Khan K, Brown J, Way S, Vass N, Crichton K, Alexander R, Baxter A, Butler M, Wark J. Overuse injuries in classical ballet. Sports Medicine. 1995 May;19(5):341-57.


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili