Introduzione alla cefalea cervicogenica

Redattrice principaleJess Bell Contributori principaliJess Bell, Kim Jackson, Tarina van der Stockt , Lucinda hampton,
Nupur Smit Shah
e Ewa Jaraczewska

Introduzione(edit | edit source)

Mal di testa e vertigini.jpg

Il mal di testa è molto diffuso ed è associato a un carico di malattia significativo per l’individuo e per la comunità in generale. I disturbi da cefalea sono al terzo posto tra le patologie più invalidanti nelle persone di età inferiore ai 50 anni secondo il Global Burden of Disease Study.(1)

La prevalenza globale del disturbo da cefalea attiva nei paesi ad alto reddito è del 52,0%.(2) Tra l’1,7 e il 4% della popolazione adulta mondiale riferisce di avere mal di testa per 15 o più giorni al mese.(3) Sebbene esistano variazioni regionali, le cefalee colpiscono persone di tutte le età, etnie, contesti socio-economici e aree geografiche.(3) I tassi più elevati di cefalee si registrano in Nord America, dove l’85-90% delle persone dichiara di aver sofferto di mal di testa a un certo punto della propria vita.(4)

Esistono diversi tipi di cefalee, che vengono analizzati in dettaglio qui.

Le cefalee vengono raggruppate in tre aree principali:(5)

  1. Cefalee primarie (ad esempio emicrania, cefalea di tipo tensivo e cefalalgie autonomiche del trigemino (compresa la cefalea a grappolo))
  2. Cefalee secondarie (ad esempio, cefalea cervicogenica)
  3. Neuropatie, dolore facciale e altre cefalee

Cefalee di tipo tensivo( modifica | modifica fonte )

La cefalea di tipo tensivo è il disturbo neurologico più comune. È caratterizzata da mal di testa ricorrenti bilaterali di intensità lieve o moderata, che non cambiano con l’attività fisica di routine. (6) La prevalenza nella popolazione generale varia dal 30 al 78%.(5)

La causa della cefalea di tipo tensivo non è nota, ma si ritiene che i meccanismi del dolore periferico giochino un ruolo nella cefalea di tipo tensivo episodica, mentre i meccanismi del dolore centrale sono implicati nella cefalea di tipo tensivo cronica.(5)

L’ICHD-3 osserva che “l’indolenzimento pericranico è facilmente rilevabile e registrabile mediante palpazione manuale”.

Ulteriori informazioni sulla cefalea di tipo tensivo sono disponibili qui.

Emicrania(edit | edit source)

L’emicrania ha anche una prevalenza elevata, oltre che un peso socio-economico e personale.(5)

Esistono due tipi principali di emicrania:

  1. Emicrania con aura
  2. Emicrania senza aura

Ulteriori informazioni sull’emicrania sono disponibili qui.

Altre cause più gravi di mal di testa sono:(7)( modifica | modifica fonte )

Le cefalee primarie e le cause gravi di mal di testa sono spiegate nel seguente video.

(8)

Cefalea cervicogenica( modifica | modifica fonte )

Muscoli della regione cervicale muscoli intermedi Primal.png

La cefalea cervicogenica è una cefalea cronica secondaria che ha origine nel rachide cervicale.(9) Colpisce dal 2,5 al 4,1% della popolazione generale.(4) Tuttavia, questa percentuale sale al 15-20% delle persone che riferiscono mal di testa.(9)(10) È dimostrato che ha un impatto sulla qualità della vita simile a quello dell’emicrania e della cefalea di tipo tensivo episodica.(9)

La cefalea cervicogenica è descritta dall’ICHD-3 come una “cefalea causata da un disturbo del rachide cervicale e degli elementi ossei, discali e/o dei tessuti molli che lo compongono, solitamente ma non invariabilmente accompagnata da dolore al collo“.(5) I criteri diagnostici completi sono disponibili qui.

La cefalea cervicogenica inizia nel collo o nella regione occipitale e può irradiarsi al viso e alla testa. Le fonti specifiche di cefalea cervicogenica sono tutte le strutture innervate dalle radici nervose da C1 a C3, tra cui:(11)

Nervo trigemino.png

Questa irradiazione del dolore alla testa dal collo può essere spiegato dalla convergenza (sovrapposizione) delle afferenze trigeminali e cervicali dei tre nervi spinali cervicali superiori.(9)(11)(12).

  • Il nucleo trigeminale caudale scende fino a C3 o C4. Questo nucleo confina con la materia grigia del corno dorsale della colonna vertebrale (nucleo trigeminocervicale)
  • Gli interneuroni del nucleo trigeminocervicale consentono lo scambio di informazioni sensoriali tra i nervi spinali cervicali superiori e il nervo trigemino
  • Attraverso questo scambio, i segnali nocicettivi provenienti dalla colonna vertebrale cervicale superiore possono essere irradiati alle aree fornite dal nervo trigemino nella testa e nel viso(11)

La maggior parte di queste informazioni nocicettive viene scambiata attraverso la divisione oftalmica del nervo trigemino (V nervo cranico). Pertanto, il dolore generato nella colonna vertebrale cervicale si irradierà molto probabilmente alla tempia, all’orbita e alla fronte.(11)

Esiste anche uno scambio di informazioni sensoriali con la divisione mascellare del V nervo cranico, per cui il dolore generato nella colonna cervicale superiore può irradiarsi anche al viso.

I muscoli del collo possono anche far irradiare il dolore alla testa e al viso.(11)

(13)

Distinguere i tipi di cefalee( modifica | modifica fonte )

Nonostante i chiari criteri di classificazione della cefalea cervicogenica, è difficile diagnosticare questa condizione.(9) I seguenti punti possono essere utili quando si cerca di distinguere tra emicrania, cefalea di tipo tensivo e cefalea cervicogenica.(7)

Posizione(edit | edit source)

  • La cefalea cervicogenica solitamente è unilaterale. Il dolore si manifesta più frequentemente nella regione suboccipitale,(14) anche se può irradiarsi anche alle regioni orbitali e frontali.(7)
  • Anche l’emicrania tende a essere unilaterale,(15) ma può spostarsi da un lato all’altro.(7) Il dolore è più frequente nelle regioni frontali e temporali,(14) ma può essere anche a livello orbitale.(7) Ciò significa che esiste una certa sovrapposizione con la cefalea cervicogenica.
  • La cefalea di tipo tensivo tende a essere più diffusa e spesso viene descritta come un senso di pressione simile a quello dato da una fascia per capelli molto stretta. Ha origine nella regione temporale.(7)(16)(17)

Tipo di dolore( modifica | fonte di modifica )

  • La cefalea cervicogenica tende a non essere pulsante e spesso inizia dal collo.(7)
  • La cefalea di tipo tensivo viene descritta come un dolore da pressione o da tensione, di intensità lieve o moderata.(17)
  • L’emicrania viene descritta come un mal di testa pulsante.(15)

Fattori scatenanti(edit | edit source)

La cefalea cervicogenica è scatenata dai movimenti del collo.(18) Esistono molteplici cause per la cefalea tensiva e l’emicrania, ma in genere non sono correlate ai movimenti del collo.(7)

Sintomi aggiuntivi( modifica | modifica fonte )

I pazienti con cefalea cervicogenica presenteranno molto probabilmente un’escursione di movimento del collo limitata.(7) La cefalea tensiva e l’emicrania potrebbero presentarsi con sensibilità alla luce e ai suoni (fotofobia e fonofobia).(17) L’emicrania potrebbe avere anche sintomi aggiuntivi di nausea e vomito, nonché alterazioni visive (aura) e può essere aggravata dall’attività fisica.(5)

La tabella seguente fornisce una sintesi di questi punti.(7)

Cefalea cervicogenica Cefalea di tipo tensivo Emicrania
Posizione Unilaterale – Occipitale, orbitale o frontale Diffuso – Può sembrare di indossare una fascia per capelli Unilaterale, ma può cambiare lato – Frontale, orbitale, temporale
Tipo di dolore Non pulsante, di solito inizia nel collo Senso di pressione o di tensione, dolore sordo Pulsante
Fattori scatenanti Movimenti del collo Molteplici Molteplici
Sintomi aggiuntivi Riduzione dell’ampiezza di movimento del collo Fotofobia, fonofobia Nausea, vomito, alterazioni visive (aura), fotofobia, fonofobia

(7)

Difficoltà diagnostiche( modifica | modifica fonte )

Sebbene esistano chiari sistemi di classificazione per le cefalee, è stato suggerito che una diagnosi errata di cefalea potrebbe verificarsi fino al 50% dei casi.(7)(19)

In alcuni casi, i pazienti potrebbero essere diagnosticati con un tipo di cefalea (ad esempio, emicrania o di tipo tensivo), ma presentare anche caratteristiche di cefalea cervicogenica. Pertanto, le cefalee non sono sempre esclusive.(7) Le cefalee di tipo tensivo possono occasionalmente avere componenti cervicali.(7) Inoltre, sia l’emicrania che la cefalea di tipo tensivo sono spesso associate al dolore al collo (a causa della convergenza delle afferenze nocicettive cervicali e trigeminali nel complesso trigeminocervicale, come discusso sopra).(12)

La diagnosi di cefalea cervicogenica è discussa in dettaglio qui.

Bandiere rosse( modifica | modifica fonte )

Alcune condizioni da bandiera rossa possono essere associate al mal di testa, tra cui:(7)

Altre bandiere rosse sono:(20)

  • Insorgenza improvvisa di un mal di testa nuovo e forte
  • Schema di peggioramento di una cefalea preesistente che si verifica senza evidenti fattori predisponenti
  • Cefalea associata a febbre, rigidità del collo, eruzione cutanea e con un’anamnesi di cancro, HIV o altre malattie sistemiche
  • Cefalea associata a segni neurologici focali diversi da un’aura tipica
  • Cefalea moderata o grave causata dalla tosse, dallo sforzo o dall’abbassarsi
  • Nuova insorgenza di cefalea durante o dopo la gravidanza

Le bandiere rosse in relazione a mal di testa e vertigini sono discusse più in dettaglio qui.

In presenza di bandiere rosse, è necessaria una revisione medica.

(21)

Sintesi(edit | edit source)

  • I disturbi da cefalea sono molto diffusi e causano una disabilità significativa
  • Esistono molti tipi diversi di mal di testa. Alcuni possono rispondere alla gestione fisioterapica, in particolare quelli che si irradiano dal rachide cervicale
  • Classificare e diagnosticare le cefalee può essere difficile, nonostante l’esistenza di sistemi di classificazione
  • Le condizioni da bandiera rossa devono essere considerate ed escluse prima del trattamento

Ulteriori informazioni sulla valutazione e sul trattamento della cefalea cervicogenica sono disponibili qui.

Ulteriori informazioni sulle cefalee sono disponibili qui e qui.

Citazioni(edit | edit source)

  1. Stovner LJ, Nichols E, Steiner T, Abd-Allah F, Abdelalim A, Al-Raddadi R et al. Global, regional, and national burden of migraine and tension-type headache, 1990–2016: a systematic analysis for the Global Burden of Disease Study 2016. The Lancet Neurology. 2018; 17(11): 954-76.
  2. Stovner LJ, Hagen K, Linde M, Steiner TJ. The global prevalence of headache: an update, with analysis of the influences of methodological factors on prevalence estimates. J Headache Pain. 2022 Apr 12;23(1):34.
  3. 3.0 3.1 World Health Organisation. Headache disorders. Available from: https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/headache-disorders (accessed 1/12/2020).
  4. 4.0 4.1 Stovner Lj, Hagen K, Jensen R, Katsarava Z, Lipton R, Scher A et al. The global burden of headache: a documentation of headache prevalence and disability worldwide. Cephalalgia. 2007; 27(3):193-210.
  5. 5.0 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 Headache Classification Committee of the International Headache Society (IHS) The International Classification of Headache Disorders, 3rd edition. Cephalalgia. 2018; 38(1): 1-211.
  6. Ashina S, Mitsikostas DD, Lee MJ, Yamani N, Wang SJ, Messina R, Ashina H, Buse DC, Pozo-Rosich P, Jensen RH, Diener HC, Lipton RB. Tension-type headache. Nat Rev Dis Primers. 2021 Mar 25;7(1):24.
  7. 7.00 7.01 7.02 7.03 7.04 7.05 7.06 7.07 7.08 7.09 7.10 7.11 7.12 7.13 7.14 7.15 Kaplan A. Introduction to Cervicogenic Headache Course. Plus , 2020.
  8. Armando Hasudungan. Headache – Overview (types, signs and symptoms, treatment). Available from https://www.youtube.com/watch?v=JMfmDAJo3qc (last accessed 2/12/2020)
  9. 9.0 9.1 9.2 9.3 9.4 Fernandez M, Moore C, Tan J, Lian D, Nguyen J, Bacon A et al. Spinal manipulation for the management of cervicogenic headache: A systematic review and meta‐analysis. Eur J Pain. 2020; 24(9): 1687-702.
  10. Page P. Cervicogenic headaches: an evidence-led approach to clinical management. Int J Sports Phys Ther. 2011;6(3):254-266.
  11. 11.0 11.1 11.2 11.3 11.4 Biondi DM. Cervicogenic headache: mechanisms, evaluation, and treatment strategies. J Am Osteopath Assoc. 2000;100(9 Suppl): S7-14.
  12. 12.0 12.1 Castien R, De Hertogh W. A Neuroscience Perspective of Physical Treatment of Headache and Neck Pain. Front Neurol. 2019;10: 276.
  13. Physio Classroom. Cervicogenic Headache: Neurophysiology and Diagnosis. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=eEey2CYFOaQ (last accessed 2/12/2020)
  14. 14.0 14.1 Uthaikhup S, Barbero M, Falla D, Sremakaew M, Tanrprawate S, Nudsasarn A. Profiling the Extent and Location of Pain in Migraine and Cervicogenic Headache: A Cross-sectional Single-Site Observational Study. Pain Med. 2020 Sep 11:pnaa282.
  15. 15.0 15.1 Burstein R, Noseda R, Borsook D. Migraine: multiple processes, complex pathophysiology. J Neurosci. 2015;35(17):6619-6629.
  16. Dent D. Headaches and Dizziness Course. Plus. 2020.
  17. 17.0 17.1 17.2 Chowdhury D. Tension type headache. Ann Indian Acad Neurol. 2012;15(Suppl 1):S83-S88.
  18. Jull G, Stanton W. Predictors of responsiveness to physiotherapy management of cervicogenic headache. Cephalalgia. 2005;25:101-108.
  19. Pfaffenrath V, Kaube H. Diagnostics of cervicogenic headache. Funct Neurol. 1990; 5(2): 159-64.
  20. Hall T, Briffa K, Hopper D. Clinical evaluation of cervicogenic headache: a clinical perspective. J Man Manip Ther. 2008; 16(2): 73-80.
  21. Best Doctors. When To Consult A Doctor About Headaches. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=GbMXq0TwrdM (last accessed 2/12/2020)


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili