Fisioterapia respiratoria per i pazienti nell’unità di terapia intensiva

L’apparato respiratorio( modifica | modifica fonte )

Apparato respiratorio

L’apparato respiratorio è costituito dalle vie aeree, dai polmoni e dalle strutture muscolo-scheletriche della gabbia toracica. Un modo semplice per comprendere il sistema respiratorio è quello di dividerlo in pompa muscolo-scheletrica e organo di scambio dei gas.(1) La pompa muscolo-scheletrica è costituita dalle strutture ossee circostanti (gabbia toracica , colonna vertebrale cervicale e toracica, zona pelvica superiore), così come dai muscoli della respirazione. L’organo di scambio dei gas si riferisce alle vie aeree che permettono il movimento dell’aria dall’esterno dell’organismo agli alveolie alla membrana alveolo-capillare, che è l’interfaccia specializzata tra l’aria inspirata e la circolazione.(1) La respirazione comporta lo scambio di gas tra l’atmosfera e i polmoni, i polmoni e il sangue e il sangue e i tessuti del corpo. La funzione di questo apparato è quella di mantenere l’apporto di ossigeno e l’eliminazione dell’anidride carbonica dal corpo.(1) Il malfunzionamento di uno qualsiasi dei componenti dell’apparato respiratorio può rendere necessaria la ventilazione meccanica.(2)

La disfunzione respiratoria è un problema comune associato ai malati in condizioni critiche nell’unità di terapia intensiva (UTI).(2)(3) I pazienti in condizioni critiche nell’unità di terapia intensiva sono spesso confinati nei loro letti, con conseguente decondizionamento generale che si ripercuote su molti sistemi dell’organismo, compreso quello respiratorio.(1) Le complicazioni polmonari, in quanto principale causa di morbilità ospedaliera, destano pertanto grande preoccupazione nei pazienti nell’unità di terapia intensiva.(1) Le complicazioni più comuni dovute al riposo a letto comprendono la riduzione dei volumi polmonari e della velocità del flusso d’aria espiratorio, la diminuzione della forza dei muscoli respiratori, la riduzione della compliance dei polmoni e della parete toracica e l’alterazione degli scambi gassosi.(1) Tutti questi fattori determinano un aumento del lavoro respiratorio del paziente e aumentano il rischio di sviluppare polmonite e atelettasia. La debolezza dei muscoli respiratori e la riduzione del volume respiratorio possono compromettere il meccanismo della tosse, aumentando ulteriormente il rischio di infezioni polmonari.(1) I pazienti nell’unità di terapia intensiva sono sempre a rischio di sviluppare complicazioni come ritenzione di secrezioni, atelettasia, polmonite acquisita con il ventilatore, diminuzione dell’espansione polmonare, aumento del lavoro respiratorio, mismatch ventilazione-perfusione, debolezza dei muscoli inspiratori e fallimento dello svezzamento.(1)(3)(4)(5)(6)

Obiettivi della fisioterapia( modifica | fonte edit )

L’obiettivo della fisioterapia per le disfunzioni respiratorie nell’unità di terapia intensiva è quello di mantenere il volume polmonare, migliorare l’ossigenazione e la ventilazione, eliminare le secrezioni delle vie aeree, ridurre il lavoro respiratorio, migliorare la funzione dei muscoli inspiratori per prevenire le complicazioni respiratorie sia nei pazienti intubati che in quelli che respirano spontaneamente.(2)(4)(6)(7)(8)(9) Altri obiettivi includono la massimizzazione della funzione muscolo-scheletrica, la riduzione della durata della ventilazione meccanica, la facilitazione del ritorno alla funzione indipendente al momento della dimissione dall’unità di terapia intensiva, il miglioramento della qualità della vita a lungo termine e la riduzione della durata della degenza nell’unità di terapia intensiva e in ospedale per ridurre i costi dell’assistenza.(4)(5)(10) L’obiettivo della fisioterapia è rivolto a quattro categorie chiave:(1)(4)(9)(11)(12)

  1. Eliminazione delle secrezioni delle vie aeree
  2. Reclutamento del volume polmonare o miglioramento dell’atelettasia
  3. Mantenimento/miglioramento dell’ossigenazione
  4. Mantenimento/miglioramento della forza dei muscoli inspiratori

Modalità fisioterapiche per l’assistenza respiratoria( modifica | fonte edit )

I fisioterapisti, nel tentativo di risolvere le difficoltà respiratorie dei pazienti nell’unità di terapia intensiva, utilizzano varie modalità che verranno discusse in breve. Queste modalità saranno classificate in base al loro utilizzo.

Modalità per la clearance delle vie aeree( modifica | modifica fonte )

Le tecniche per la clearance delle vie aeree si riferiscono ai processi manuali o meccanici utilizzati per facilitare la mobilizzazione e la rimozione delle secrezioni (clearance mucociliare) dalle vie aeree.(4)(13) Il sistema di clearance mucociliare è normalmente molto efficiente ed efficace, ma in seguito a molte malattie respiratorie, complicazioni polmonari, anestesia e interventi chirurgici, viene spesso prodotto un eccesso di espettorato e i meccanismi intrinseci di rimozione delle secrezioni potrebbero risultare compromessi.(4) Le tecniche per la clearance delle vie aeree comprendono:(1)(3)(4)(5)(8)(11)(12)

(14)

Modalità per aumentare il volume polmonare/migliorare l’atelettasia( modifica | modifica fonte )

Atelettasia

Le seguenti modalità possono essere utilizzate per aumentare il volume polmonare o migliorare l’atelettasia:(1)(4)(8)(11)

  • Posizionamento (in posizione laterale con il lato interessato rivolto verso l’alto)
  • Iperinflazione manuale e tramite ventilatore
  • Esercizi di respirazione profonda (respirazione segmentale e contro resistenza)
  • Spirometria incentivante (IS)
  • Pressione positiva di fine espirazione (PEEP)
  • ACBT
  • Breath Stacking
  • Esercizi di espansione toracica (TEE)
  • Rib springing
  • Scuotimenti e vibrazioni manuali della parete toracica
  • Respirazione a pressione positiva intermittente (IPPB)
  • Ventilazione non invasiva (NIV) e CPAP

(15)

Modalità per migliorare l’ossigenazione (scambio di gas)( modifica | fonte edit )

  • Posizionamento
  • Ventilazione non invasiva (pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP), dispositivi per la respirazione a pressione positiva intermittente (IPPB), BiPAP, VPAP)
  • Iperinflazione manuale o tramite ventilatore
  • Breath Stacking
  • Esercizi di respirazione profonda
  • TEE(1)(4)(8)(11)

Modalità per mantenere o migliorare la forza dei muscoli inspiratori( modifica | fonte edit )

(16)

Conclusioni(edit | edit source)

Una valutazione continua è essenziale durante il trattamento dei pazienti in condizioni critiche nell’unità di terapia intensiva. I risultati della valutazione sono inoltre ciò che orienta il fisioterapista verso il trattamento più appropriato. I costanti cambiamenti nelle condizioni fisiologiche, motivazionali ed emotive del paziente nell’unità di terapia intensiva richiedono inoltre che il piano di cura sia flessibile.(1) La fisioterapia respiratoria svolge un ruolo importante nell’unità di terapia intensiva, ma è importante ricordare che il ruolo del fisioterapista nell’unità di terapia intensiva non si limita solo alla gestione respiratoria, ma si estende anche alla mobilizzazione e alla riabilitazione, che a loro volta avranno un impatto diretto sull’apparato respiratorio.

(17)

Risorse(edit | edit source)

Citazioni(edit | edit source)

  1. 1.00 1.01 1.02 1.03 1.04 1.05 1.06 1.07 1.08 1.09 1.10 1.11 1.12 1.13 Malone DJ, Bishop KL. Acute Care Physical Therapy : A Clinician’s Guide, Second Edition (Internet). Vol. Second edition. Thorofare, NJ: SLACK Incorporated; 2020 (cited 2021 Mar 5).
  2. 2.0 2.1 2.2 Gosselink R, Roeseler J. Physiotherapy in critically ill patients. The ESC Textbook of Intensive and Acute Cardiovascular Care. 2015 Feb 26:284.
  3. 3.0 3.1 3.2 Connolly B, Barclay M, Blackwood B, Bradley J, Anand R, Borthwick M, et al. Airway clearance techniques and use of mucoactive agents for adult critically ill patients with acute respiratory failure: a qualitative study exploring UK physiotherapy practice. Physiotherapy. 2020;108:78-87. DOI:10.1016/j.physio.2020.06.003.
  4. 4.0 4.1 4.2 4.3 4.4 4.5 4.6 4.7 4.8 4.9 Main E, Denehy L, editors. Cardiorespiratory Physiotherapy: Adults and Paediatrics E-Book: formerly Physiotherapy for Respiratory and Cardiac Problems. 5th ed. Elsevier Health Sciences; 2016 Jun 7.
  5. 5.0 5.1 5.2 Çakmak A, İnce Dİ, Sağlam M, Savcı S, Yağlı NV, Kütükcü EÇ, et al. Physiotherapy and Rehabilitation Implementation in Intensive Care Units: A Survey Study. Turkish thoracic journal. 2019;20(2):114. DOI:10.5152/TurkThoracJ.2018.18107
  6. 6.0 6.1 Spapen HD, De Regt J, Honoré PM. Chest physiotherapy in mechanically ventilated patients without pneumonia—a narrative review. Journal of thoracic disease. 2017;9(1): E44. DOI: 10.21037/jtd.2017.01.32
  7. Gosselink R, Clerckx B, Robbeets C, Vanhullebusch T, Vanpee G, Segers J. Physiotherapy in the intensive care unit. Neth J Crit Care. 2011;15(2):66-75.
  8. 8.0 8.1 8.2 8.3 Swaminathan N, Praveen R, Surendran P. The role of physiotherapy in intensive care units: a critical review. Physiotherapy Quarterly. 2019;27(4):1-5. DOI:10.5114/pq.2019.87739
  9. 9.0 9.1 Denehy L, Granger CL, El-Ansary D, Parry SM. Advances in cardiorespiratory physiotherapy and their clinical impact. Expert review of respiratory medicine. 2018;12(3):203-15. DOI:10.1080/17476348.2018.1433034
  10. Lipshutz AKM, Gropper MA. Early Ambulation in the ICU. In: Vincent JL, Abraham E, Kochanek P, Moore FA, Fink MP. editors Textbook of Critical Care. 7th ed. Philadelphia: Elsevier; 2017.
  11. 11.0 11.1 11.2 11.3 Troosters T, Bott J. Respiratory physiotherapy. In: Palange P, Rohde G. editors. ERS Handbook of Respiratory Medicine. 3rd ed. European Respiratory Society; 2019. p.232-238.
  12. 12.0 12.1 Gupta L, Gupta H. Physiotherapy for Respiratory Conditions. Advanced nursing & patient care international journal. 2018;1(1):180003.
  13. 13.0 13.1 Ahmad AM. Essentials of physiotherapy after thoracic surgery: What physiotherapists need to know. A narrative review. The Korean Journal of thoracic and cardiovascular surgery. 2018;51(5):293. DOI:10.5090/kjtcs.2018.51.5.293
  14. Cystic Fibrosis Foundation. Airway Clearance Techniques (ACTs). Published 19 May 2017. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=1Ufj3oU_M2w (last accessed 30 April 2021)
  15. Nick Smith. CPAP and Non-Invasive Ventilation in 5 minutes. Publised 20 March 2015. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=OHQK5PUTQ_0 (last accessed 30 April 2021).
  16. POWERbreatheUK. POWERbreathe – How it works. Published 10 Mar 2011. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=nd5U7mDhFi4 (last accessed 30 April 2021).
  17. Dr. John Campbell. Respiratory System 8, Lung volumes and capacities. Published 25 March 2019. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=KnNkqH3-1SU (last accessed 30 April 2021).


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili