Infortuni da overuse: un approccio personalizzato

Redattrice principale – Wanda van Niekerk sulla base del corso di Merike Hopkins
Contributori principaliWanda van Niekerk, Lucinda Hampton, Kim Jackson, Tarina van der Stockt e Jess Bell

Introduzione(edit | edit source)

Runners.jpeg

Gli infortuni da overuse sono un fenomeno comune e difficile da valutare e gestire. Diversi fattori contribuiscono allo sviluppo di questo tipo di infortuni. La diagnosi, il trattamento e la comprensione del motivo per cui si è verificato l’infortunio sono alcune delle sfide che i professionisti clinici potrebbero dover affrontare nella gestione degli atleti con infortuni da overuse.

Definizione di infortuni da overuse( modifica | modifica fonte )

Gli infortuni da overuse sono caratterizzati dall’assenza di una causa unica, identificabile o traumatica. L’insorgenza è graduale e la lesione è causata da microtraumi ripetuti.(1) Viene utilizzato il termine “overuse” in quanto l’insorgenza di questo tipo di infortuni viene solitamente scatenata da un periodo di carico inappropriato dei tessuti, come ad esempio:(2)

  • Quantità o volume di carico eccessivi
  • Recupero insufficiente tra i periodi di carico

Perché l’overuse porta all’infortunio?( modifica | fonte edit )

Un infortunio da overuse è solitamente causato da attività che si ripetono per un certo periodo di tempo. Questo microtrauma ripetitivo sovraccarica la capacità dei tessuti di ripararsi.(2) Durante l’esercizio, i vari tessuti, come i muscoli, i tendini, le ossa e i legamenti, vengono caricati e sopportano uno stress fisiologico eccessivo. Dopo l’attività fisica specifica, i tessuti vanno incontro ad un adattamento per rinforzarsi ed essere in grado di sopportare sollecitazioni simili in futuro. Se la capacità di adattamento di uno specifico tipo di tessuto viene superata e si verifica un infortunio, nella maggior parte dei casi si tratta di un infortunio da overuse. Pertanto, negli atleti troppo zelanti, che non concedono un tempo adeguato per l’adattamento prima del workout o della sessione di allenamento successiva, il danno cumulativo al tessuto finisce per superare la soglia che il tessuto può sopportare, causando dolore e disfunzione.(2)

Strutture colpite dagli infortuni da overuse( modifica | modifica fonte )

Fattori di rischio per gli infortuni da overuse( modifica | modifica fonte )

I carichi di allenamento, gli intensi programmi di gara e il recupero inadeguato o insufficiente sono alcuni dei fattori che mettono gli atleti a maggior rischio di sviluppare un infortunio da overuse. I fattori di rischio possono essere classificati come fattori di rischio intrinseci ed estrinseci:(3)(4)

  • Fattori di rischio intrinseci
    • Problemi di disallineamento, ad esempio il ginocchio valgo o varo, la rotula alta, l’antiversione del collo del femore
    • Dismetria degli arti inferiori
    • Squilibrio muscolare
    • Debolezza muscolare
    • Problemi di flessibilità, come la rigidità muscolare generalizzata, la limitazione dell’ampiezza di movimento articolare
    • Composizione corporea
  • Fattori di rischio estrinseci
    • Errori nel carico di allenamento, come il volume, l’intensità e l’aumento eccessivi, il recupero inadeguato
    • Superfici
    • Scarpe
    • Attrezzatura
    • Condizioni ambientali
    • Alimentazione
    • Fattori psicologici

Fisioterapia e infortuni da overuse( modifica | modifica fonte )

I fisioterapisti sono sostenitori dell’attività fisica e sono strettamente coinvolti e impegnati nel ripristino di un adeguato livello di funzionalità nei pazienti. Questo livello di funzionalità è diverso per ogni paziente o atleta ed è fondamentale utilizzare un approccio personalizzato e individualizzato. Il modo per aiutare gli atleti a tornare al loro massimo livello di funzionalità e a tornare a giocare è avere una buona conoscenza dello sport specifico dell’atleta e comprendere i requisiti e le esigenze fisiche e psicologiche dello sport.(5)

Immagini che spiegano la gestione degli infortuni da overuse

L’educazione del paziente è importante nella gestione degli infortuni da overuse. Inoltre, è molto utile coinvolgere il team multidisciplinare e gli allenatori. L’approccio di trattamento o di intervento si basa sulla gestione del carico e/o delle forze che hanno causato la lesione, affinché il tessuto coinvolto abbia un tempo di guarigione sufficiente, ma anche per costruire una resistenza contro queste forze.(6) Un’immagine utile da utilizzare per educare i pazienti sugli infortuni da overuse è quella di due rimorchiatori che si tirano l’uno contro l’altro. Il rimorchiatore verde (buono) porterà l’infortunio da overuse verso la guarigione e il ritorno alla funzione o allo sport, mentre il rimorchiatore rosso allontanerà l’infortunio da overuse dalla guarigione e lo trainerà verso una patologia più grave. Il segreto è trovare l’equilibrio e alimentare il rimorchiatore verde con tutti gli interventi necessari per facilitare la guarigione, ma non in un modo che alimenti il rimorchiatore rosso e che porti al peggioramento della patologia.(5) Nello sviluppo di un piano di trattamento è fondamentale educare il cliente e avere un approccio multidisciplinare e olistico. Sarebbe opportuno stabilire una tempistica dinamica e flessibile e una progressione multifase, basata sull’evidenza e sulla funzionalità, dovrebbe far parte del piano di intervento.

Valutazione degli infortuni da overuse( modifica | modifica fonte )

I fattori chiave da considerare nella valutazione di un infortunio da overuse includono:(7)

  • la struttura coinvolta
  • la natura e la gravità della lesione
  • la durata della lesione dall’insorgenza dei sintomi – questo aiuterà a capire la progressione della patologia

Diagnosi di infortunio da overuse( modifica | fonte di modifica )

Storia clinica( modifica | modifica fonte )

  • Si tratta di uno strumento importante e prezioso per la diagnosi di un infortunio da overuse
  • Ascoltate ciò che vi dice il vostro paziente, l’allenatore o il personale medico che lavora con l’atleta!
  • Stabilite i fattori causali specifici (intrinseci ed estrinseci)
  • Considerate anche le forze che gravano sulle strutture quando l’atleta non partecipa allo sport (come ad esempio i lavori domestici, il giardinaggio): è fondamentale capire l’entità totale delle forze che gravano sulla struttura coinvolta
  • Considerate alcune popolazioni più a rischio di infortuni da overuse, come ad esempio:
    • Bambini – la natura mutevole dell’allenamento e della competizione negli sport giovanili, combinata con un sistema muscoloscheletrico immaturo(8)
    • Atlete donne (triade dell’atleta femminile)(9)
    • Atleti più anziani – fattori come la perdita di densità ossea o problemi degenerativi della vecchiaia che possono predisporre a lesioni da overuse

Diagnostica per immagini( modifica | fonte di modifica )

Diagnosi(edit | edit source)

Identificate la struttura o le strutture coinvolte, la natura e la gravità, nonché la durata dall’insorgenza. Ciò consentirà di capire la progressione della patologia. La diagnosi precoce riduce significativamente le barriere a un processo di guarigione ottimale.

Gestione degli infortuni da overuse( modifica | modifica fonte )

Nella gestione degli infortuni da overuse è necessario un intervento adeguato alla fase. Gli atleti si presentano in momenti diversi di progressione della patologia (ad esempio, alcuni si presenteranno precocemente con una reazione da overuse, mentre altri potrebbero essere alle prese con un infortunio da molto più tempo e la patologia della lesione è molto più avanzata). Gli obiettivi del trattamento possono comprendere:(4)

  • Identificare e risolvere la causa dell’infortunio
  • Ridurre l’infiammazione e il dolore
  • Promuovere la guarigione
  • Prevenire le complicazioni
  • Ripristinare il normale utilizzo dell’area lesionata
  • Sviluppare una strategia di ritorno al gioco, in base ai sintomi

Ottimizzare la guarigione dei tessuti caricando sistematicamente, gradualmente e in modo ottimale le strutture al fine di ripristinare la funzione e la capacità.

Le modalità di trattamento potrebbero comprendere:

  • Riposo relativo o graduato ed evitamento di attività aggravanti, pur mantenendo la forma fisica(10)
  • Protocolli di recupero
  • Terapia manuale
  • Rinforzo e riabilitazione(10)
    • Carico adeguato alla fase
    • Esercizi progressivi per il carico e il condizionamento (anche per limitare gli effetti del decondizionamento)
  • Rinvio a operatori sanitari appropriati
    • Psicologi – preparazione psicologica per il ritorno al gioco
    • Dietisti – consigli nutrizionali appropriati che tengano conto del fabbisogno energetico dello sport
    • Medici dello sport o specialisti

Citazioni(edit | edit source)

  1. Chéron C, Le Scanff C, Leboeuf-Yde C. Association between sports type and overuse injuries of extremities in adults: a systematic review. Chiropractic & manual therapies. 2017 Dec;25(1):1-0.
  2. 2.0 2.1 2.2 Clarsen B. Overuse injuries in sport: development, validation and application of a new surveillance method.(dissertation). Oslo Sports Trauma Research Centre. Norwegian School of Sports Sciences. 2015
  3. DiFiori JP, Benjamin HJ, Brenner JS, Gregory A, Jayanthi N, Landry GL, Luke A. Overuse injuries and burnout in youth sports: a position statement from the American Medical Society for Sports Medicine. British journal of sports medicine. 2014 Feb 1;48(4):287-8.
  4. 4.0 4.1 Brukner P. Clinical Sports Medicine: Injuries. McGraw-Hill Education (Australia) Pty Limited; 2017.
  5. 5.0 5.1 Merike Hopkins. An Individualised Approach to Overuse Injuries. Plus , Course. 2021
  6. Silbernagel KG, Hanlon S, Sprague A. Current clinical concepts: conservative management of Achilles tendinopathy. Journal of athletic training. 2020 May;55(5):438-47.
  7. Aicale R, Tarantino D, Maffulli N. Overuse injuries in sport: a comprehensive overview. Journal of orthopaedic surgery and research. 2018 Dec;13(1):1-1.
  8. Wu M, Fallon R, Heyworth BE. Overuse injuries in the pediatric population. Sports medicine and arthroscopy review. 2016 Dec 1;24(4):150-8.
  9. Thein-Nissenbaum J, Hammer E. Treatment strategies for the female athlete triad in the adolescent athlete: current perspectives. Open access journal of sports medicine. 2017;8:85.
  10. 10.0 10.1 Cardoso TB, Pizzari T, Kinsella R, Hope D, Cook JL. Current trends in tendinopathy management. Best Practice & Research Clinical Rheumatology. 2019 Feb 1;33(1):122-40.


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili