Una panoramica sulla riabilitazione per i medici

Editrice principaleDaphne Xuan

Principali contributoriDafne Xuan, Tarina van der Stockt, Ewa Jaraczewska, Kim Jackson e Jess Bell

Che cos’è la riabilitazione?( modifica | fonte edit )

Physical Rehabilitation.png

Uno studio del 2019 ha rilevato che 2,4 miliardi di persone in tutto il mondo convivono con una condizione di salute che potrebbe beneficiare della riabilitazione a un certo punto del decorso della malattia o dell’infortunio. Ciò equivale a circa una persona su tre nel mondo, e corrisponde a 310 milioni di anni di vita vissuti con disabilità.(1) Questi numeri sono già aumentati del 63% rispetto a circa 30 anni fa e si prevede che continueranno ad aumentare in modo significativo con la crescita, l’invecchiamento e l’allungamento della vita della popolazione mondiale, spesso affetta da condizioni croniche e malattie non trasmissibili.(1)(2) I tre gruppi principali di condizioni di salute che contribuiscono alla disabilità sono i disturbi muscoloscheletrici, i disturbi sensoriali e i disturbi neurologici.(1)

Purtroppo, molte persone che necessitano di riabilitazione non la ricevono. Più della metà delle persone che hanno bisogno della riabilitazione in alcuni paesi a basso e medio reddito non la ricevono.(2) Entro il 2050, i paesi a basso e medio reddito ospiteranno l’80% della popolazione mondiale dai 60 anni di età in su.(3) In molti paesi la riabilitazione ha spesso a disposizione risorse insufficienti ed è vista come una soluzione di riserva quando altri interventi falliscono.(1) L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha individuato che, tra gli altri fattori, una delle barriere che dobbiamo affrontare è rappresentata da percorsi di rinvio alla riabilitazione che sono inefficaci e sottoutilizzati.(2) Cieza e colleghi(1) suggeriscono che i servizi di riabilitazione devono essere meglio integrati nel sistema sanitario a livello di assistenza primaria.

Esistono convinzioni errate su chi ha bisogno di servizi di riabilitazione: che sia solo per le persone con determinate menomazioni o disabilità a lungo termine, che sia un servizio di lusso o che serva solo quando altri interventi falliscono. In realtà, chiunque può avere bisogno di riabilitazione a un certo punto della propria vita e si tratta di un servizio sanitario fondamentale che dovrebbe essere disponibile per tutti coloro che ne hanno bisogno.(2)

Definizione di riabilitazione( modifica | fonte edit )

L’OMS definisce la riabilitazione come segue:

“Un insieme di interventi progettati per ottimizzare il funzionamento e ridurre la disabilità in individui con condizioni di salute in interazione con il loro ambiente… la riabilitazione aiuta un bambino, un adulto o un anziano a essere il più indipendente possibile nelle attività quotidiane e consente la partecipazione all’istruzione, al lavoro, alle attività ricreative e a ruoli di vita significativi come la cura della famiglia”. (2)

La riabilitazione si realizza attraverso la selezione di interventi basati sull’evidenza e incentrati sulla persona per affrontare le condizioni e le limitazioni, migliorare la funzione e fornire supporto. Può svolgere un ruolo importante nella promozione, nel mantenimento e nella prevenzione della salute nel corso dell’intero arco della vita di un individuo. Gli obiettivi specifici variano da persona a persona, a seconda degli obiettivi e delle preferenze. (2)

I professionisti della riabilitazione in genere seguono un processo che comprende alcuni o tutti i seguenti elementi:

  • Esaminazione
  • Diagnosi
  • Pianificazione
  • Educazione
  • Intervento
  • Valutazione/rivalutazione
  • Collaborazione

Contesti riabilitativi( modifica | modifica fonte )

Teleriabilitazione

  • Ospedali (degenza/ambulatorio)
  • Cliniche private
  • Istituzioni (ad es. scuole, carceri)
  • Centri di riabilitazione
  • Contesti comunitari (ad esempio la casa di un individuo)
  • Strutture di assistenza a lungo termine
  • Luoghi di lavoro
  • E altro ancora(2)

Benefici della riabilitazione( modifica | modifica fonte )

I benefici della riabilitazione sono molteplici. A livello individuale, la riabilitazione può ridurre l’impatto delle condizioni di salute, minimizzare o ritardare gli effetti delle condizioni croniche, aumentare l’indipendenza, consentire la partecipazione al lavoro, alla scuola e ad altre attività della vita e migliorare la qualità della vita.(1)(2)(4) Ad esempio, se tutti coloro che hanno una perdita di udito e necessitano di un apparecchio acustico lo utilizzassero, la disabilità associata diminuirebbe del 59%.(5)

A livello di sistema e di società, la riabilitazione può ridurre l’ospedalizzazione e la durata delle degenze, prevenire le riammissioni e, di conseguenza, ridurre i costi complessivi.(2) Inoltre, consente alle persone di continuare a contribuire e partecipare alla società il più a lungo possibile e nel modo più completo possibile.(4)

Membri del team di riabilitazione( modifica | fonte di modifica )

I seguenti sono otto membri chiave del team di riabilitazione, anche se la composizione non si limita a queste professioni e può variare a seconda del contesto.

Medico specialista in medicina fisica e riabilitazione (PM&R) / Fisiatra( modifica | modifica fonte )

Secondo l’American Academy of Physical Medicine and Rehabilitation (l’Accademia Americana di Medicina Fisica e Riabilitazione), i fisiatri “valutano e trattano i pazienti con menomazioni e disabilità fisiche/cognitive a breve o lungo termine che derivano da condizioni muscoloscheletriche, neurologiche o mediche di altro tipo”. Il loro obiettivo è quello di ridurre il dolore e migliorare le prestazioni senza ricorrere alla chirurgia”.(6)

I fisiatri di solito guidano un team di altri professionisti per fornire un’assistenza ottimale e olistica.(7)

Iniezione nel ginocchio

Gli interventi possono comprendere:

  • Prescrizione di trattamenti farmacologici
  • Ecografia e procedure guidate da fluoroscopia
  • Iniezioni
  • Proloterapia
  • Stimolazioni nervose
  • Trattamento della spasticità
  • E altro ancora(8)

Infermiere della riabilitazione( modifica | fonte edit )

Rehabilitation Nurse.jpg

Gli infermieri della riabilitazione forniscono assistenza alle persone subito dopo l’insorgenza di una qualsiasi lesione invalidante o malattia cronica e le seguono fino al raggiungimento dei loro obiettivi. Il ruolo degli infermieri riabilitativi comprende la cura della persona, le attività della vita quotidiana, la salute a breve e a lungo termine, le questioni sociali e di indipendenza, il supporto emotivo e l’educazione del paziente e della famiglia. Spesso sono con i pazienti “24 ore su 24”, trascorrendo con loro più tempo rispetto agli altri membri del team.(9)

Attualmente si sta passando a un approccio più proattivo nell’assistenza infermieristica riabilitativa, nel senso che gli infermieri forniscono assistenza con il paziente piuttosto che solo per il paziente e incoraggiano l’individuo a partecipare nelle proprie cure per quanto gli sia possibile fare.(10)

Fisioterapista( modifica | fonte edit )

Secondo il World Physiotherapy, un fisioterapista fornisce servizi che “sviluppano, mantengono e ripristinano il massimo movimento e la capacità funzionale per tutta la durata della vita”. Il servizio viene fornito in circostanze in cui il movimento e la funzione sono minacciati da invecchiamento, lesioni, dolore, malattie, disturbi, condizioni e/o fattori ambientali e con la consapevolezza che il movimento funzionale è centrale per ciò che significa essere in salute”.(11)

Il fisioterapista ha una profonda conoscenza della struttura e della funzione del corpo e può fornire servizi relativi alla funzione ortopedica, neurologica, respiratoria, cardiovascolare, sessuale, visiva e vestibolare.(12)(13) I fisioterapisti adottano un approccio terapeutico attivo di riabilitazione funzionale.(12)

Gli interventi possono comprendere:

  • Esercizio terapeutico
  • Terapia manuale
  • Allenamento funzionale
  • Utilizzo di dispositivi di assistenza
  • Liberazione delle vie aeree
  • Modalità elettroterapiche e meccaniche
  • Modifica dell’ambiente o della casa
  • Esercizio della deambulazione
  • Gestione della sedia a rotelle
  • Cura delle ferite
  • Riabilitazione del pavimento pelvico
  • E altro ancora(12)

Per saperne di più sul ruolo del fisioterapista, si prega di consultare questa pagina.

Terapista occupazionale( modifica | fonte edit )

La World Federation of Occupational Therapists (Federazione Mondiale dei Terapisti Occupazionali) definisce la terapia occupazionale come “una professione sanitaria incentrata sul cliente che si occupa di promuovere la salute e il benessere attraverso l’occupazione. L’obiettivo principale della terapia occupazionale è quello di consentire alle persone di partecipare alle attività della vita quotidiana. I terapisti occupazionali raggiungono questo risultato lavorando con le persone e le comunità per migliorare la loro capacità di impegnarsi nelle occupazioni che desiderano, di cui hanno bisogno o che ci si aspetta che facciano, o modificando l’occupazione o l’ambiente per sostenere meglio il loro impegno occupazionale”.(14) In questo contesto, con “occupazioni” si intendono le attività che le persone svolgono quotidianamente, da sole o con altre persone.(14)

I terapisti occupazionali hanno ricevuto una formazione in campo medico, sociale, comportamentale, psicologico, psicosociale e occupazionale e lavorano con un’ampia gamma di condizioni, anche se più spesso in relazione a problemi fisici, mentali, affettivi e cognitivi.(15)

Gli interventi possono comprendere:

  • Uso terapeutico di occupazioni, esercizi e attività
  • Formazione all’autogestione
  • Modifica dell’ambiente
  • Tecnologia e dispositivi di assistenza
  • Riabilitazione della guida
  • Gestione della sedia a rotelle
  • Adattamento dei processi
  • Splinting
  • Riabilitazione visiva
  • E altro ancora(16)

Per saperne di più sul ruolo del terapista occupazionale, si prega di consultare questa pagina.

Logopedista( modifica | modifica fonte )

I logopedisti valutano e trattano persone di tutte le età con problemi di linguaggio, comunicazione, alimentazione, bere e deglutizione. La comunicazione si riferisce ai processi associati alla comprensione e alla produzione del linguaggio, sia esso orale, scritto, non verbale o una forma alternativa di comunicazione. Include anche gli aspetti sociali e cognitivi della comunicazione. I logopedisti hanno una conoscenza approfondita della testa, del collo e del sistema respiratorio.(17)

Gli interventi possono comprendere:

  • Esercizi terapeutici
  • Tecnologie di comunicazione aumentativa e alternativa (AAC)
  • Sistemi di biofeedback
  • E altro ancora(17)

Per saperne di più sul ruolo del logopedista, si prega di consultare questa pagina.

Audiologo(edit | edit source)

Gli audiologi forniscono servizi relativi alla valutazione, al trattamento e alla prevenzione della perdita dell’udito e dei disturbi uditivi e vestibolari. Ciò include acufeni, vertigini, ototossicità, disturbi dell’elaborazione uditiva e vari tipi di perdita dell’udito. Gli audiologi prescrivono e applicano anche apparecchi acustici e dispositivi di ascolto e di allarme assistiti.(18)(19)

Gli interventi possono comprendere:

  • Training uditivo
  • Gestione del cerume
  • Strategie di comunicazione
  • Lettura vocale
  • Interventi tecnologici
  • Riabilitazione uditiva e vestibolare(20)

Per saperne di più sul ruolo dell’audiologo, si prega di consultare questa pagina.

Ortesista / Protesista( modifica | modifica fonte )

Gli ortesisti e i protesisti trattano le persone attraverso la fabbricazione e l’applicazione di ortesi e protesi per ottimizzare la funzione.(21) Un’ortesi è un dispositivo applicato esternamente al corpo per modificarne le caratteristiche strutturali e funzionali, come i tutori o le stecche.(21) Una protesi è un dispositivo applicato esternamente al corpo per sostituire completamente o parzialmente un segmento di arto assente o carente, come una gamba artificiale.(21) I dispositivi ortesici e protesici possono includere anche ausili per la mobilità, come i deambulatori.(22)

I clienti possono essere bambini con deficit congenito degli arti o paralisi cerebrale, persone che hanno subito un’amputazione, persone con debolezza muscolare e altro ancora.(23)

Per saperne di più sul ruolo dell’ortesista e/o protesista, si prega di consultare questa pagina.

Psicologo clinico( modifica | fonte edit )

Gli psicologi clinici valutano e trattano individui con una serie di difficoltà psicologiche legate alla salute mentale e fisica. Le condizioni possono includere ansia, depressione, psicosi, disturbi alimentari, dipendenze, etc.(24)

Il trattamento mira a ridurre l’angoscia e i sintomi, a migliorare il coping e il funzionamento per consentire alle persone di partecipare alle loro relazioni e alle loro attività.(24) (25) Questo include diversi approcci psicoterapeutici, come quello comportamentale, cognitivo, familiare e altri ancora.(25)

Il ruolo dei medici nel team interdisciplinare di riabilitazione( modifica | fonte edit )

I medici hanno un ruolo e una responsabilità importanti all’interno del team interdisciplinare di riabilitazione.

Lavoro del team interdisciplinare( modifica | modifica fonte )

I termini “interdisciplinare” e “multidisciplinare” vengono talvolta usati in modo intercambiabile, ma esiste una distinzione tra i due. In un team multidisciplinare, tutti i membri lavorano in parallelo.(26) Hanno ruoli specificamente definiti in base alle loro professioni e c’è una gerarchia di autorità. Il medico è responsabile della guida del team e del coordinamento dell’assistenza fornita, ma ogni membro del team svilupperà i propri obiettivi per il cliente o il paziente. Mentre il medico comunica con tutti i membri del team, gli altri membri del team non comunicano necessariamente tra loro.(26)

In un team interdisciplinare, anche se il medico può continuare ad essere responsabile della guida del team, i membri del team lavorano insieme al paziente per determinare gli obiettivi e i piani di trattamento collettivi.(26) Non ci dovrebbero essere gerarchie, poiché tutti sono considerati allo stesso livello. Il team si riunisce regolarmente per collaborare e comunicare. Korner osserva che “la comunicazione è continua e multilaterale” in un team interdisciplinare.(26)

Come hanno sottolineato Hooker ed Emery-Tiburcio, “nessun singolo professionista è in grado di raggiungere da solo risultati ottimali”.(27) Le evidenze disponibili suggeriscono molteplici benefici dell’approccio interdisciplinare, tra cui il miglioramento degli outcome nei pazienti con dolore cronico, lesioni cerebrali traumatiche, riabilitazione polmonare, lombalgia e ictus.(7)(27) Sono stati riscontrati anche tempi di degenza più brevi, riduzione dei costi ospedalieri e maggiore soddisfazione di pazienti/familiari/personale.(27) Singh et al.(7) attribuisce l’efficacia di questo approccio all’accettazione di confini sfumati tra i diversi membri del team. Ciò facilita un trasferimento di informazioni più efficiente, nonché interventi e dimissioni più precoci.

Il ruolo dei medici( modifica | modifica fonte )

Sebbene il successo del team sia responsabilità di tutti i suoi membri, nella maggior parte dei contesti sanitari sono i medici a guidare i team.(7) In tal senso, essi hanno la responsabilità di coordinare la collaborazione del team. Inoltre, in molti paesi la responsabilità legale del paziente e le decisioni prese per il paziente sono spesso attribuibili al medico, che deve quindi essere a conoscenza delle decisioni prese e deve essere in grado di difenderle.(7)(28)

Il medico dovrebbe assicurarsi che nel team siano presenti gli operatori sanitari appropriati in modo da soddisfare le esigenze di cura del paziente, che vi siano un coordinamento e una comunicazione efficaci e che il team lavori con un obiettivo unico, in definitiva per ottimizzare gli outcome del paziente.(7) Inoltre, in molti luoghi del mondo, le persone non sono ancora in grado di accedere direttamente ai professionisti della riabilitazione. Ciò significa che il primo punto di contatto è il medico, che ha la facoltà di indirizzare i pazienti verso altri professionisti o verso la diagnostica per immagini. Per questo motivo, è estremamente importante che i medici conoscano a fondo i membri del team di riabilitazione e le conoscenze e le competenze che ciascuno di essi mette a disposizione. Il medico dovrebbe assicurarsi che venga istituito il team di riabilitazione appropriato fin dall’inizio delle cure come parte del team di assistenza primaria. Grazie alla collaborazione con il team, il medico è anche in grado di ordinare le valutazioni appropriate e i trattamenti in corso per il paziente.(29)

Un team interdisciplinare di riabilitazione di successo dovrebbe includere le seguenti caratteristiche:

  • Obiettivi concordati
  • Accordo e comprensione sul modo migliore per raggiungere questi obiettivi
  • Evitare il gergo tipico di determinate professioni durante la comunicazione
  • Conoscenze e competenze adeguate al compito concordato
  • Gamma di conoscenze e competenze appropriate per il compito concordato
  • Disponibilità a condividere conoscenze e competenze e a parlare apertamente(28) (essere a proprio agio con confini professionali sfumati)
  • Riunioni periodiche
  • Assistenza incentrata sul paziente/cliente con processo decisionale condiviso(7)(27)

Risorse(edit | edit source)

Citazioni(edit | edit source)

  1. 1.0 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 Cieza A, Causey K, Kamenov K, Hanson SW, Chatterji S, Vos T. Global estimates of the need for rehabilitation based on the Global Burden of Disease study 2019: a systematic analysis for the Global Burden of Disease Study 2019. Lancet. 2021 Dec 19;396(10267):2006-2017.
  2. 2.0 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 2.7 2.8 World. Rehabilitation (Internet). Who.int. World Health Organization: WHO; 2021 (cited 2022 May 16). Available from: https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/rehabilitation
  3. Chatterji S, Byles J, Cutler D, Seeman T, Verdes E. Health, functioning, and disability in older adults–present status and future implications. Lancet. 2015 Feb 7;385(9967):563-75.
  4. 4.0 4.1 Stucki G, Bickenbach J, Gutenbrunner C, Melvin J. Rehabilitation: The health strategy of the 21st century. J Rehabil Med. 2018 Apr 18;50(4):309-316
  5. Orji A, Kamenov K, Dirac M, Davis A, Chadha S, Vos T. Global and regional needs, unmet needs and access to hearing aids. Int J Audiol. 2020 Mar;59(3):166-172.
  6. About Physical Medicine & Rehabilitation (Internet). aapmr.org. 2021 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.aapmr.org/about-physiatry/about-physical-medicine-rehabilitation
  7. 7.0 7.1 7.2 7.3 7.4 7.5 7.6 Singh R, Küçükdeveci AA, Grabljevec K, Gray A. The role of Interdisciplinary Teams in Physical and Rehabilitation Medicine. J Rehabil Med. 2018 Aug 22;50(8):673-678.
  8. What Types of Treatments and Procedures Do Physiatrists Perform (Internet). aapmr.org. 2021 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.aapmr.org/career-support/medical-student-resources/a-medical-students-guide-to-pm-r/what-types-of-treatments-and-procedures-do-physiatrists-perform%0A%0A‌
  9. Rehabilitation Team Members (Internet). Physiopedia. 2020 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.physio-pedia.com/Rehabilitation_Team_Members
  10. Gutenbrunner C, Stievano A, Nugraha B, Stewart D, Catton H. Nursing – a core element of rehabilitation. Int Nurs Rev. 2022 Mar;69(1):13-19.
  11. What is physiotherapy? (Internet). World Physiotherapy. 2021 (cited 2022 May 17). Available from: https://world.physio/resources/what-is-physiotherapy
  12. 12.0 12.1 12.2 Description of physical therapy Policy statement (Internet). Available from: https://world.physio/sites/default/files/2020-07/PS-2019-Description-of-physical-therapy.pdf
  13. Role of Physiotherapist in a Rehabilitation Team (Internet). Physiopedia. 2019 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.physio-pedia.com/Role_of_Physiotherapist_in_a_Rehabilitation_Team
  14. 14.0 14.1 World Federation of Occupational Therapists (Internet). WFOT. 2017 (cited 2022 May 17). Available from: https://wfot.org/about/about-occupational-therapy
  15. World Federation of Occupational Therapists. Statement on Occupational Therapy (Internet). WFOT. 2010 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.wfot.org/resources/statement-on-occupational-therapy
  16. World Federation of Occupational Therapists. Definitions of Occupational Therapy from Member Organisations (Internet). WFOT. 2012 (cited 2022 May 17). Available from: https://wfot.org/resources/definitions-of-occupational-therapy-from-member-organisations
  17. 17.0 17.1 Role of Speech and Language Therapist in a Rehabilitation Team (Internet). Physiopedia. 2019 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.physio-pedia.com/Role_of_Speech_and_Language_Therapist_in_a_Rehabilitation_Team
  18. Scope of Practice – The American Academy of Audiology (Internet). The American Academy of Audiology. 2022 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.audiology.org/practice-resources/practice-guidelines-and-standards/scope-of-practice/
  19. Role of Audiologist in a Rehabilitation Team (Internet). Physiopedia. 2017 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.physio-pedia.com/Role_of_Audiologist_in_a_Rehabilitation_Team#cite_ref-:0_1-1
  20. Scope of Practice in Audiology (Internet). Asha.org. 2018 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.asha.org/policy/sp2018-00353/
  21. 21.0 21.1 21.2 ISPO Education Standards for Prosthetic/Orthotic Occupations (Internet). (cited 2022 May 17). Available from: https://cdn.ymaws.com/www.ispoint.org/resource/resmgr/3_learn/ispo_standards_nov2018_sprea.pdf
  22. Standards for Prosthetics and Orthotics (Internet). World Health Organization. 2017 (Cited 2022 May 17). Available from:https://apps.who.int/iris/bitstream/handle/10665/259209/9789241512480-part1-eng.pdf.
  23. What is an orthotist/prosthetist? – The Australian Orthotic Prosthetic Association Ltd. (AOPA) (Internet). Aopa.org.au. 2022 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.aopa.org.au/careers/what-is-an-orthotistprosthetist-2
  24. 24.0 24.1 Clinical psychologist. Clinical psychologist (Internet). Health Careers. 2015 (cited 2022 May 17). Available from: https://www.healthcareers.nhs.uk/explore-roles/psychological-therapies/roles/clinical-psychologist
  25. 25.0 25.1 Clinical Psychology Section – Canadian Psychological Association (Internet). Canadian Psychological Association – The national voice for psychology in Canada. 2018 (cited 2022 May 17). Available from: https://cpa.ca/sections/clinicalpsychology/
  26. 26.0 26.1 26.2 26.3 Körner M. Interprofessional teamwork in medical rehabilitation: a comparison of multidisciplinary and interdisciplinary team approach. Clin Rehabil. 2010 Aug;24(8):745-55.
  27. 27.0 27.1 27.2 27.3 Hooker S, Emery-Tiburcio EE. Interdisciplinary Team Rehabilitation. In: Kreutzer J.S., DeLuca J., Caplan B. (eds) Encyclopedia of Clinical Neuropsychology, 2018;Springer, Cham.
  28. 28.0 28.1 Neumann V, Gutenbrunner C, Fialka-Moser V, Christodoulou N, Varela E, Giustini A, Delarque A. Interdisciplinary team working in physical and rehabilitation medicine. J Rehabil Med. 2010 Jan;42(1):4-8.
  29. Behm J, Gray N. Chapter 5: Interdisciplinary Rehabilitation Team (Internet). Rehabilitation Nursing. 2012 (cited 2022 May 17). Available from: https://samples.jbpub.com/9781449634476/80593_ch05_5806.pdf


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili