Principi dello sviluppo motorio

Redattrice principale Robin Tacchetti sulla base del corso di Krista Eskay
Collaboratori principaliRobin Tacchetti e Jess Bell

Sviluppo motorio( modifica | fonte edit )

Lo sviluppo motorio è un termine utilizzato per descrivere il modo in cui un bambino sviluppa o acquisisce schemi di movimento e abilità.(1) Lo sviluppo motorio è il risultato della maturazione e non della pratica. Le abilità motorie (o motricità) si sviluppano secondo una traiettoria tipica o prevedibile; sono sequenziali e ognuna si basa sulla successiva. Lo sviluppo motorio “è un processo continuo di modificazione”.(1) Al contrario, l’apprendimento motorio è un cambiamento relativamente permanente nelle abilità motorie dovuto alla pratica. L’apprendimento motorio non è qualcosa di osservabile, ma qualcosa che viene “ipotizzato sulla base di cambiamenti di performance a lungo termine”.(2)

Esistono molti fattori che possono influenzare lo sviluppo motorio:

  • Genetica
  • Età del bambino
  • Cognizione: capacità di comprendere e partecipare a un compito
  • Percezione: funzione vestibolare e visiva
  • Neurologia: sistema nervoso centrale e funzione cerebrale
  • Meccanica: allineamento delle articolazioni e anatomia ossea (3)

** Il video seguente realizzato da Pathways(4) mostra lo sviluppo motorio tipico e atipico di un neonato di 2 mesi in un confronto fianco a fianco:

Motricità grossolana vs motricità fine ( modifica | fonte di modifica )

Lo sviluppo motorio può essere ulteriormente suddiviso in motricità grossolana e motricità fine. I movimenti dei grandi muscoli del tronco e degli arti, come camminare, sedersi e rotolare, sono esempi di motricità grossolana. I movimenti dei muscoli più piccoli del polso e delle dita, come afferrare, tagliare e mangiare, sono classificati come motricità fine.(5) (6)

Motricità grossolana( modifica | modifica fonte )

Le abilità motorie grossolane possono essere ulteriormente suddivise in abilità locomotorie e abilità di controllo degli oggetti. La maggior parte delle abilità motorie grossolane sono di tipo locomotorio e comprendono camminare, correre, saltare, gattonare, etc. Le abilità di controllo degli oggetti prevedono che il bambino usi un oggetto/giocattolo per costruire, arrampicarsi, lanciare, prendere, spingere, tirare, etc.(7) In genere i maschi tendono a sviluppare la motricità grossolana più velocemente delle femmine.(7)

Motricità fine( modifica | fonte di modifica )

La motricità fine prevede la coordinazione tra occhi e mani, occhi e piedi o occhi, mani e piedi. La motricità fine si sviluppa tipicamente dopo quella grossolana e richiede più pazienza.(8) La maggior parte delle abilità motorie fini richiedono l’uso di un oggetto e non sono di natura locomotoria. Alcuni esempi di azioni di motricità fine sono l’infilare, il decorare con perline, il tagliare, il tessere, etc. Le femmine tendono a sviluppare la motricità fine più velocemente dei maschi.(7)

Acquisizione di abilità( modifica | modifica fonte )

L’acquisizione di nuove abilità viene continuamente adattata e ogni abilità riuscita porta allo sviluppo di un’altra.(1) (9) I primi sei anni di vita del bambino sono incentrati sull’apprendimento e sulla pratica delle abilità motorie funzionali.(10) Dai 6 ai 12 anni, i bambini affinano queste abilità motorie e sviluppano una nuova combinazione di abilità.(11)

Lo sviluppo motorio si verifica in base all’interazione di tre fattori: l’individuo, l’ambiente e il compito.(9) Ciascuna di queste componenti, note anche come limiti, può ostacolare o aiutare l’acquisizione delle abilità motorie.(9)

Limiti dell’individuo( modifica | modifica sorgente )

I limiti dell’individuo sono caratteristiche specifiche dell’individuo. Possono essere suddivisi in limiti strutturali o funzionali. I limiti strutturali sono caratteristiche che rientrano nella struttura corporea dell’individuo, come il peso, l’altezza e la lunghezza delle gambe. Queste caratteristiche cambiano con l’invecchiamento e la crescita. Con il passare del tempo, i cambiamenti nelle caratteristiche strutturali sono lenti. I limiti funzionali si riferiscono alle funzioni comportamentali dell’individuo, come l’attenzione, la motivazione e la paura. Le caratteristiche funzionali possono cambiare in un periodo di tempo più breve.(9)

Limiti del compito( modifica | modifica sorgente )

I limiti del compito sono caratteristiche esterne al corpo che sono correlate all’obiettivo del compito.(9) I limiti del compito delineano i compiti che devono essere eseguiti per raggiungere l’obiettivo, come le regole, le istruzioni e le attrezzature. I limiti del compito sono caratteristiche esterne all’organismo.(9)

Limiti dell’ambiente( modifica | modifica sorgente )

I limiti ambientali comprendono tutto ciò che si trova nel mondo fisico e che non fa parte del corpo dell’individuo. Qualsiasi esperienza ambientale può plasmare lo sviluppo e la padronanza motoria.(1) I limiti ambientali possono essere classificati in fisici o socioculturali.(9) I limiti fisici esistono al di fuori del corpo e sono legati al mondo che circonda l’individuo. Esempi di caratteristiche fisiche sono la temperatura, la superficie del pavimento e l’illuminazione. Le caratteristiche socioculturali comprendono le relazioni sociali dell’individuo e le sue convinzioni culturali.(9)

Fattori ambientali specifici( modifica | modifica fonte )

Fattori ambientali specifici possono avere un ruolo nella velocità con cui un individuo completa un compito motorio. Le ricerche dimostrano che diversi fattori ambientali contribuiscono ad aumentare lo sviluppo motorio nei bambini, in particolare le abilità di locomozione e di controllo degli oggetti. L’elenco che segue evidenzia questi fattori determinanti positivi:(12)

  1. Livello di istruzione dei genitori più elevato
  2. Migliore alimentazione
  3. Numero e disponibilità di giocattoli adatti all’età
  4. Quantità di tempo/più spazio per muoversi liberamente
  5. Più tempo trascorso all’aria aperta ha portato a migliori abilità locomotorie
  6. Avere fratelli maggiori da imitare(12) – anche se, in alcuni casi, avere un fratello può ostacolare lo sviluppo(13)

Risorse(edit | edit source)

Risorse(edit | edit source)

  1. 1.0 1.1 1.2 1.3 Malina RM. Motor development during infancy and early childhood: Overview and suggested directions for research. International journal of sport and health science. 2004;2:50-66.
  2. Magill R, Anderson D. Motor learning and control. New York: McGraw-Hill Publishing; 2010.
  3. Eskay, K. Motor Development Principles Course. Plus. 2022
  4. https://pathways.org/watch/2-month-old-typical-and-atypical-motor-development/. 2022
  5. Gonzalez SL, Alvarez V, Nelson EL. Do gross and fine motor skills differentially contribute to language outcomes? A systematic review. Frontiers in psychology. 2019 Dec 3;10:2670.
  6. Sorgente, V., Cohen, E.J., Bravi, R. and Minciacchi, D., 2021. Crosstalk between Gross and Fine Motor Domains during Late Childhood: The Influence of Gross Motor Training on Fine Motor Performances in Primary School Children. International Journal of Environmental Research and Public Health, 18(21), p.11387.
  7. 7.0 7.1 7.2 Early Impact. 12 Differences between Gross Motor and Fine Motor Skills. 2022. Available from: https://earlyimpactlearning.com/12-differences-between-fine-and-gross-motor-skills/
  8. Sutapa P, Pratama KW, Rosly MM, Ali SK, Karakauki M. Improving Motor Skills in Early Childhood through Goal-Oriented Play Activity. Children. 2021 Nov 2;8(11):994.
  9. 9.0 9.1 9.2 9.3 9.4 9.5 9.6 9.7 Haywood KM, Getchell N. Life span motor development. Human kinetics; 2021.
  10. Wang H, Chen Y, Liu J, Sun H, Gao W. A follow-up study of motor skill development and its determinants in preschool children from middle-income family. BioMed Research International. 2020 Oct;2020.
  11. Derikx, D.F., Houwen, S., Meijers, V., Schoemaker, M.M. and Hartman, E., 2021. The relationship between social environmental factors and motor performance in 3-to 12-year-old typically developing children: a systematic review. International journal of environmental research and public health, 18(14), p.7516.
  12. 12.0 12.1 Barnett LM, Hnatiuk JA, Salmon J, Hesketh KD. Modifiable factors which predict children’s gross motor competence: A prospective cohort study. International journal of behavioral nutrition and physical activity. 2019 Dec;16(1):1-1.
  13. Eskay K. Motor Development Principles Course. Plus, 2022.


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili