Creare nuove abitudini di apprendimento

Redazione originaleRobin Tacchetti Contributori principaliRobin Tacchetti, Jess Bell e Kim Jackson

Introduzione(edit | edit source)

Le abitudini sono comportamenti di routine e automatici che si ripetono regolarmente. Sono un’esperienza appresa e fanno parte della tendenza o della pratica regolare di un individuo.(1) Operano in background e alcuni studi suggeriscono che fino al 40% delle nostre scelte quotidiane sono fatte inconsciamente.(2)

Un’abitudine si forma quando ripetiamo dei comportamenti in un contesto stabile. Questo “rafforza un’associazione mentale contesto-comportamento”, cioè il contesto scatena l’impulso a eseguire il comportamento abituale. Durante i comportamenti abituali, potremmo non essere consapevoli del comportamento, non avere un’intenzione specifica di eseguirlo o non fare uno sforzo cognitivo durante il comportamento. La formazione delle abitudini riduce la richiesta di memoria e attenzione e l’abitudine regola il comportamento più dell’intenzione cosciente.(3)

Le abitudini sono molto difficili da abbandonare, perché nascono come reazione automatica a una particolare situazione.(1) Poiché le abitudini hanno una componente comportamentale, esiste una relazione diretta con l’autocontrollo. Chi ha stabilito delle buone abitudini è generalmente più abile nell’autocontrollo e ha maggiori probabilità di successo in vari aspetti della propria vita. Tuttavia, anche i fallimenti e i problemi possono diventare abitudini.(1) È stato riscontrato che gli individui meno capaci di controllare i propri comportamenti tendono a ritornare a comportamenti abitudinari e senza sforzo, spesso definiti cattive abitudini.(4)

Obiettivi e abitudini( modifica | modifica fonte )

Molte persone scambiano obiettivi e abitudini come entità intercambiabili. Tuttavia, esistono differenze significative:(2)

  • gli obiettivi sono più probabilmente guidati da motivatori esterni, mentre le abitudini sono automatiche
  • gli obiettivi sono solitamente grandi e importanti, mentre le abitudini sembrano insignificanti e piccole
  • gli obiettivi hanno un termine e le abitudini continuano per tutta la vita
  • le abitudini potrebbero avere una durata maggiore rispetto agli obiettivi a lungo termine
  • quando vi concentrate sugli obiettivi e li raggiungete, potreste non continuare con il lavoro che era necessario all’inizio per raggiungere l’obiettivo; al contrario, le piccole abitudini quotidiane si accumulano nel tempo e potreste finire per andare oltre l’intento iniziale

Gli obiettivi sono uno stato futuro desiderato insieme alle attività che favoriscono il raggiungimento di tale outcome. “Gli obiettivi sono solitamente cose che vogliamo ma che abbiamo difficoltà a raggiungere, anche quando sappiamo che sono realizzabili”. Quando si persegue un obiettivo, un individuo farà qualcosa di diverso rispetto a prima.(5) Le attività orientate agli obiettivi sono rapidamente acquisite e modulate dal loro outcome.(1)

D’altra parte, le abitudini si basano su esperienze ripetute che si formano con la pratica e si sviluppano gradualmente. Le abitudini potrebbero agire sugli obiettivi o essere completamente indipendenti dagli obiettivi attuali; le abitudini non dipendono dagli obiettivi.(6) Un obiettivo potrebbe originariamente innescare un’abitudine. Tuttavia, alla fine l’obiettivo diventa meno necessario e l’abitudine diventa automatica. Le azioni abituali sono di natura riflessiva, istigate da stimoli vs conseguenze precedenti. Dei comportamenti orientati agli obiettivi e praticati di routine possono formare le abitudini.(1)

Michael Rowe(2) ha fornito il seguente grafico per evidenziare le differenze tra obiettivi e abitudini. È stato adattato dal libro di J. Clear, Abitudini atomiche: un modo facile e provato per costruire buone abitudini e rompere quelle cattive. Pinguino: Avery. 2018.

Tabella 1. Obiettivi vs abitudini.
Obiettivi Abitudini
A lungo termine “Voglio superare gli esami finali” A breve termine “Oggi voglio rivedere i miei appunti”
Astratto “Voglio essere più bravo in anatomia” Concreto “Voglio descrivere la superficie intra-articolare dell’articolazione tibio-femorale senza fare riferimento ai miei appunti”
Focus sul prodotto (punto finale) “Voglio superare gli esami finali” Focus sul processo (continuo) “Voglio imparare per tutta la vita”
Fattori esterni “Non vado d’accordo con il mio docente” Fattori interni “Ho il controllo delle mie abitudini”

(2)

Formazione delle abitudini( modifica | fonte edit )

La formazione delle abitudini è il processo attraverso cui nuovi comportamenti diventano automatici.(1) È più probabile che un comportamento diventi abituale (formazione dell’abitudine) quando viene eseguito con costanza e frequenza nello stesso contesto. Pertanto, quando un individuo si trova in un contesto che è associato a un comportamento specifico, questo contesto solleciterà automaticamente il comportamento associato. Una volta acquisita l’abitudine, questo comportamento non sarà più necessario.

La quantità di sforzo richiesto per formare un’abitudine è variabile. Alcuni individui possono creare nuove abitudini in soli 18 giorni, mentre altri potrebbero aver bisogno di 6 mesi. Con la formazione di un’abitudine, la forza dell’abitudine aumenta in un primo momento in maniera vertiginosa, per poi iniziare a stabilizzarsi. La formazione delle abitudini tende ad essere più forte con i seguenti fattori:(4)

  • frequenza e coerenza del comportamento desiderato
  • natura gratificante del comportamento
  • ambiente confortevole
    • nessun ostacolo o minaccia
  • comportamenti più semplici
    • piuttosto che comportamenti difficili o complessi
  • autocontrollo
    • “L’avvio di questi nuovi comportamenti, così come l’inibizione dell’agire in base a tentazioni a breve termine, richiede probabilmente uno sforzo di autocontrollo, soprattutto nelle prime fasi della formazione dell’abitudine”(4)

Classificazione delle abitudini( modifica | fonte edit )

Le abitudini possono essere classificate in tre categorie:(1)

  1. abitudini motorie: le attività muscolari di un individuo
    • camminare, correre, stare seduti, stare in piedi, assumere posture particolari
  2. abitudini intellettuali/cognitive: processo psicologico
    • pensiero logico, osservazione, ragionamento
  3. carattere delle abitudini: vari tratti interiori
    • gestione del tempo, lavoro duro, fiducia negli altri
    • anche dette abitudini emotive, in quanto esprimono sentimenti ed emozioni(1)

Ciclo delle abitudini( modifica | modifica sorgente )

Per creare nuove abitudini possiamo utilizzare un processo chiamato ciclo delle abitudini. Questo processo prevede tre fasi fondamentali:(2)(1)(7)

  1. promemoria o segnale (luogo, tempo, persone o comportamento)
  2. routine (schema ripetitivo di attività)
  3. ricompensa o armonia (un outcome dell’attivazione dell’abitudine)

Promemoria / segnale( modifica | modifica sorgente )

Le abitudini sono innescate dal segnale o dal promemoria. Il segnale (luogo, persone, tempo, etc.) può fungere da stimolo per la formazione di un comportamento automatico o di un’abitudine. “Quando si stimola un’abitudine, le persone hanno un impulso automatico a compiere l’azione”(1) – questa abitudine potrebbe essere eseguita inconsciamente. Un comportamento può essere così radicato che ci si potrebbe additittura dimenticare di averlo fatto (ad esempio, lavarsi i denti al mattino).(1)

Cinque modi principali in cui può essere stimolata una nuova abitudine:(8)

  1. Tempo: i segnali basati sul tempo possono aiutare gli individui a mantenere la routine e ad attenersi a un’abitudine
  2. Luogo: spesso le abitudini sono risposte all’ambiente o al luogo in cui ci troviamo
  3. Evento precedente: molte abitudini sono legate a qualcosa che è accaduto in precedenza nella vita di un individuo
  4. Stato emotivo: prestare attenzione al proprio stato emotivo aiuta a costruire abitudini migliori
  5. Altre persone: circondatevi di persone che hanno le abitudini che volete avere voi stessi(8)

Possono esserci due tipi di segnali:

  1. segnali diretti: associazione ripetuta tra ambiente e routine
    • fornendo un ambiente costante
    • ad esempio, leggere nella stessa stanza alla stessa ora(1)
  2. segnali motivati: premiando esperienze che si sono verificate in passato
    • un individuo che ha avuto precedenti esperienze di successo sarà motivato a mettere in atto lo stesso comportamento(1)

Routine(edit | edit source)

La routine si riferisce all’insieme di azioni che facciamo come parte della costruzione dell’abitudine.(2) Sono le azioni che ripetiamo più frequentemente. Poiché si ripetono così spesso, questi schemi comportamentali si “incidono” nei nostri percorsi neurali.(1) Attraverso la ripetizione e la pratica di nuovi comportamenti si possono formare nuovi meccanismi di risposta. La formazione di una nuova abitudine è più facile quando il comportamento è semplice piuttosto che complesso. Più un compito è complesso, più ripetizioni sono necessarie per formare un’abitudine.(1)

Armonia / Ricompensa( modifica | modifica fonte )

L’armonia o la ricompensa è la terza componente del ciclo delle abitudini. L’armonia rappresenta la sensazione di pace interiore di un individuo. Quando si mettono in atto comportamenti ripetitivi, le persone sentono di ricevere ricompense interiori e i loro bisogni vengono soddisfatti. L’attivazione di questo comportamento li riempie di un senso di tranquillità nei confronti dell’ambiente circostante. Di conseguenza, questa esperienza spinge l’individuo a ripetere il comportamento, creando così un circuito di feedback positivo.(1)

“Una buona regola è che i premi per le buone abitudini solitamente si ricevono in futuro, ma i costi si sentono oggi”.(2)

Interesse e abitudine( modifica | modifica fonte )

L’interesse e l’abitudine sono direttamente collegati e possono rafforzarsi a vicenda.(1)

  1. Interesse situazionale:
    • potrebbe o meno durare nel tempo
    • attenzione focalizzata
    • “reazione affettiva scatenata nel momento da stimoli ambientali”(1)
  2. Interesse individuale:
    • gli individui si impegnano nuovamente in un’attività specifica nel corso del tempo
    • c’è un’aspettativa di sentimenti positivi per via delle esperienze passate dell’individuo
    • c’è una “spinta interna” a cercare opportunità per continuare a impegnarsi nuovamente nello stimolo
    • un individuo svolge l’attività per piacere come se fosse un hobby(1)

Accatastamento delle abitudini( modifica | modifica fonte )

L’accatastamento delle abitudini si riferisce al concetto di costruire una nuova abitudine/comportamento in cima a un’abitudine consolidata. Invece di associare una nuova abitudine a un momento o a un luogo particolare, una nuova abitudine viene abbinata a un’abitudine attuale. È molto probabile che questa nuova abitudine venga seguita perché è legata a uno schema e a un comportamento attuali che sono già incorporati nel cervello. L’accatastamento delle abitudini può essere ampio quanto si vuole, in quanto si possono collegare tra loro molte piccole abitudini.(9)

Abitudini e apprendimento( modifica | fonte edit )

L’apprendimento è un’abilità ed è qualcosa in cui chiunque può migliorare.(2) Un eccellente rendimento scolastico o la padronanza di un’abilità si ottengono grazie a buone abitudini di studio. Al contrario, le cattive abitudini di studio possono ostacolare l’apprendimento e il raggiungimento degli obiettivi, portando infine al fallimento.(1) La creazione di nuove abitudini e l’eliminazione di quelle sbagliate possono cambiare immediatamente il contesto in cui apprendiamo. La creazione di nuove routine basate su piccoli cambiamenti incrementali dei comportamenti abituali può creare le condizioni per migliorare l’apprendimento nel tempo.(2)

Le buone abitudini in classe, che portano ai risultati dei discenti, hanno un effetto cumulativo sul successo futuro. Gli studenti con buone abitudini continuano ad aumentare i propri miglioramenti in termini di apprendimento anche in età avanzata, mentre gli studenti con cattive abitudini sono meno in grado di rimettersi in pari.(1) Le abitudini sono moltiplicatori di forza, che permettono ai discenti di ottenere più di quanto ci si aspettava, dato il loro punto di partenza.(2)

  • Quando proviamo sensazioni positive dopo un’attività di routine, questo ci aiuta a creare un’abitudine. Questa abitudine può infine diventare un hobby.
  • I discenti vorranno continuare a svolgere questa attività ogni volta che possono. Quando i discenti approfondiscono il proprio interesse da quello situazionale a quello individuale, hanno maggiori probabilità di costruire un’abitudine. Pertanto, lo sviluppo dell’interesse e la formazione delle abitudini sono direttamente collegati.(1)

È importante riconoscere che le abitudini precedono gli outcome. Tuttavia, non è detto che puntare a buoni outcome porti a questi ultimi. Lo sviluppo di buone abitudini ha molte più probabilità di portare a buoni outcome.(2)

** Il rendimento degli studenti in una valutazione iniziale predice fortemente il loro rendimento più avanti nel corso. Pertanto, è importante utilizzare strategie di apprendimento efficaci fin dall’inizio.(10)

Abitudini di studio( modifica | modifica fonte )

Le abitudini di studio sono riconosciute come “il più importante fattore predittivo del rendimento accademico”.(11) Le abitudini di studio sono diversi comportamenti individuali che combinano abilità e metodo di studio. Le abitudini di studio comprendono tutte le attività che migliorano il processo di apprendimento di un argomento, la memorizzazione del materiale e la risoluzione dei problemi. Ognuno ha abitudini di studio diverse.(11)

È stato riscontrato che le buone abitudini di studio includono quanto segue:(11)

  • studiare quotidianamente
  • studiare in un ambiente tranquillo
  • spegnere i dispositivi che distraggono dallo studio (ad esempio i telefoni cellulari)
  • fare pause/riposare regolarmente
  • prendere appunti su contenuti importanti
  • ascoltare musica soft
  • concentrarsi su concetti difficili
  • adattare lo studio al proprio stile di apprendimento

Le cattive abitudini di studio includono:(11)

  • studiare in ambienti inadeguati
  • ascoltare musica ad alto volume
  • avere la televisione accesa
  • procrastinare(11)

Ambienti di apprendimento positivi( modifica | modifica fonte )

L’uso di “routine programmate” per sviluppare abitudini negli ambienti di apprendimento può aiutare a spostare gli studenti dall’interesse situazionale all’interesse individuale.

Le routine programmate permettono ai discenti di partecipare alle attività a cui sono interessati a livello situazionale. Questo può portare a un interesse individuale ed è molto probabile che si traduca in un’abitudine.(1)

Chen et al.(1) elencano quattro caratteristiche necessarie per creare la formazione di un’abitudine guidata dall’interesse nell’ambiente di apprendimento:

  1. “determinare quelle abitudini che contribuiscono alla creazione guidata dall’interesse
  2. identificare le abitudini attuali e desiderate dei discenti
  3. determinare quali abitudini di apprendimento dei discenti richiedono un supporto aggiuntivo
  4. sviluppare una struttura di progettazione didattica che favorisca l’abitudine della creazione guidata dall’interesse”(1)

Guida per gli educatori alla formazione di buone abitudini nei discenti( modifica | modifica fonte )

  • Stabilire un ritmo gestibile(1)
    • concentrarsi su uno o due cambiamenti di comportamento alla volta
    • iniziare con comportamenti o attività semplici prima di passare ad attività più complesse
  • Creare un ambiente stimolante (segnale)(1)
    • fornire un ambiente stimolante (segnale) fin dall’inizio dell’apprendimento
      • far sì che i discenti si impegnino in un compito in momenti specifici e per periodi prestabiliti
    • chiarire l’obiettivo dell’attività di apprendimento
      • quando gli studenti comprendono l’obiettivo, possono concentrarsi sull’apprendimento
        • lo studio sarà orientato verso un obiettivo e l’attività di apprendimento alla fine diventerà abituale
    • gli educatori possono fungere da modello
      • gli studenti potrebbero inconsciamente imitare i comportamenti e le routine dell’educatore
    • utilizzare le risorse e le opportunità situazionali come supporto cognitivo e affettivo(1)
      • le risorse situazionali possono diventare fattori scatenanti in un ambiente stimolante (segnale)
        • ad esempio, l’apprendimento immersivo mantiene i discenti impegnati in azioni in cui possono partecipare ad attività di indagine collaborativa
          • aiuta i discenti a monitorare la raccolta di idee e conoscenze del gruppo e a contribuire con idee alla comunità
    • fornire stimoli rilevanti utilizzando strumenti e piattaforme di progettazione
      • si possono utilizzare le tecnologie emergenti
  • Incoraggiare gli studenti a mettere in atto il comportamento desiderato con regolarità(1)
    • gli studenti devono praticare regolarmente una nuova abitudine fino a farla diventare una routine
    • evitare interruzioni o rinvii perché possono indebolire la formazione dell’abitudine
  • Rafforzare la soddisfazione dello studente(1)
    • se un nuovo comportamento fornisce un senso di soddisfazione, i discenti hanno maggiori probabilità di ottenere un cambiamento comportamentale
      • un’elevata soddisfazione del ciclo dell’abitudine aumenta la probabilità di formazione dell’abitudine stessa
      • una bassa soddisfazione riduce la probabilità di formazione dell’abitudine
    • la soddisfazione dello studente richiede il maggior numero possibile di esperienze di apprendimento di successo
      • può essere raggiunta attraverso uno scaffolding cognitivo e affettivo
        • lo scaffolding cognitivo aiuta i discenti a portare a termine compiti di apprendimento difficili
          • ad esempio, fare domande, modellare, spiegare, fornire suggerimenti, coaching e feedback positivi
        • lo scaffolding affettivo aiuta i discenti a portare a termine i compiti e riduce il rischio di emozioni negative (ad esempio, anonimato/nascondere informazioni)
        • si dovrebbe fornire un’assistenza aggiuntiva agli studenti con difficoltà di apprendimento, in modo che anch’essi possano acquisire soddisfazione nel ciclo dell’abitudine
  • Spostare l’apprendimento in modo che sia guidato dall’interesse(1)
    • gli studenti interessati si concentrano di più e si impegnano di più
    • dedicano più tempo all’attività e si divertono di più

Risorse(edit | edit source)

Citazioni(edit | edit source)

  1. 1.00 1.01 1.02 1.03 1.04 1.05 1.06 1.07 1.08 1.09 1.10 1.11 1.12 1.13 1.14 1.15 1.16 1.17 1.18 1.19 1.20 1.21 1.22 1.23 1.24 1.25 1.26 1.27 1.28 1.29 1.30 Chen W, Chan TW, Wong LH, Looi CK, Liao CC, Cheng HN, Wong SL, Mason J, So HJ, Murthy S, Gu X. IDC theory: habit and the habit loop. Research and Practice in Technology Enhanced Learning. 2020 Dec;15(1):1-9.
  2. 2.00 2.01 2.02 2.03 2.04 2.05 2.06 2.07 2.08 2.09 2.10 Rowe M. How to Create New Habits for Learning Course. Plus, 2023.
  3. Gardner B, Sheals K, Wardle J, McGowan L. Putting habit into practice, and practice into habit: a process evaluation and exploration of the acceptability of a habit-based dietary behaviour change intervention. International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activity. 2014 Dec;11:1-3.
  4. 4.0 4.1 4.2 Van der Weiden A, Benjamins J, Gillebaart M, Ybema JF, De Ridder D. How to form good habits? A longitudinal field study on the role of self-control in habit formation. Frontiers in Psychology. 2020 Mar 27;11:560.
  5. Berkman ET. The neuroscience of goals and behavior change. Consulting Psychology Journal: Practice and Research. 2018 Mar;70(1):28.
  6. Wood W, Mazar A, Neal DT. Habits and goals in human behavior: Separate but interacting systems. Perspectives on Psychological Science. 2022 Mar;17(2):590-605.
  7. NPR (2012). How you can harness the power of habit.
  8. 8.0 8.1 Clear, J. The 5 Triggers that Make New Habits Stick
  9. Clear J. How to Build New Habits by Taking Advantage of Old Ones”. Disponible en: jamesclear. com. 2020.
  10. Brown-Kramer CR. Improving students’ study habits and course performance with a “learning how to learn” assignment. Teaching of Psychology. 2021 Jan;48(1):48-54.
  11. 11.0 11.1 11.2 11.3 11.4 Jafari H, Aghaei A, Khatony A. Relationship between study habits and academic achievement in students of medical sciences in Kermanshah-Iran. Advances in Medical Education and Practice. 2019 Aug 15:637-43.


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili