Assistenza sanitaria sostenibile e fisioterapia ambientale

Redattrice principale Stacy Schiurring sulla base del corso di Srishti Banerjee
Contributori principaliStacy Schiurring, Kim Jackson, Wanda van Niekerk, Tarina van der Stockt e Lucinda Hampton

Introduzione(edit | edit source)

UN Sustainable Development Goals

I cambiamenti climatici e la sostenibilità sono al centro dell’attualità. Nel 2021 il Regno Unito ha ospitato a Glasgow la 26a Conferenza delle Parti delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26), con l’obiettivo di accelerare l’azione verso gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.(1)

  • Secondo le Nazioni Unite, stiamo assistendo ad un’accelerazione del riscaldamento globale a causa delle attività dell’uomo, in primo luogo la combustione di combustibili fossili, che generano emissioni di gas serra.
  • L’aumento della concentrazione di gas serra, come l’anidride carbonica e il metano, nella nostra atmosfera isola la Terra, intrappolando il calore del sole e aumentando le temperature medie globali.(2) Clicca qui per saperne di più sui cambiamenti climatici.

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite invitano “alla mobilizzazione di tutte le risorse disponibili, alla partecipazione di tutti i paesi, di tutte le parti interessate e di tutte le persone” per lavorare verso un futuro più sostenibile. Per le professioni sanitarie, compresi i fisioterapisti, si tratta di un invito a includere le considerazioni sulla sostenibilità nelle routine e nelle pratiche quotidiane.(3)

Assistenza sanitaria sostenibile( modifica | fonte edit )

“Un sistema che migliora, mantiene o ripristina la salute mentre riduce al minimo gli impatti negativi sull’ambiente e sfrutta le opportunità per ripristinarlo e migliorarlo e per beneficiare la salute e il benessere delle generazioni attuali e future”. – Definizione di assistenza sanitaria sostenibile dell’OMS

Il ruolo dell’operatore è quello di fare quanto segue quando fornisce un’assistenza sanitaria sostenibile:

  • Prescrivere interventi terapeutici o diagnostici, bilanciando la salute dell’ambiente e fornendo le cure necessarie per la salute di un individuo.
  • Misurare se un intervento è sostenibile o meno misurando la sua impronta di carbonio.(4)

L’impronta di carbonio della sanità( modifica | modifica fonte )

Secondo le Nazioni Unite, l’impronta di carbonio è determinata dalla quantità di gas serra (GHG) contenenti carbonio, in particolare anidride carbonica e metano, rilasciati nell’ambiente da un’attività, un processo, un individuo o un gruppo, solitamente espressa come equivalente in chilogrammi di anidride carbonica. I gas serra possono essere emessi attraverso la combustione di combustibili fossili, il disboscamento dei terreni e la produzione e il consumo di cibo, manufatti, materiali, legno, strade, edifici, trasporti e altri servizi.(2)

Che cos’è esattamente un’impronta di carbonio? Il seguente video di 2 minuti fornisce una semplice spiegazione.

(5)

Fonti dell’impronta di carbonio della sanità( modifica | modifica fonte )

  1. Emissioni dirette
    • Consumo di energia: utilizzo di elettricità negli ospedali e nelle cliniche per alimentare le apparecchiature diagnostiche
    • Trasporto: di un paziente tramite ambulanza o elicottero, di attrezzature mediche, biancheria, farmaci, etc.
    • Fabbricazione di prodotti: realizzazione di tutti i prodotti necessari nell’assistenza sanitaria
    • Uso e smaltimento dei prodotti: preparazione di alimenti negli ospedali, interventi chirurgici, dispositivi di monitoraggio utilizzati durante la degenza o la procedura ambulatoriale di un paziente; smaltimento dei rifiuti sanitari in discarica o negli inceneritori (ognuno di essi ha un prezzo di carbonio a sé stante)
  2. Emissioni indirette: da elettricità, vapore, sistemi di raffreddamento e riscaldamento(4)

Come vengono monitorate e misurate le emissioni di gas serra di un’organizzazione? Questo video di 5 minuti spiega come viene fatto nel mondo degli affari, ma le informazioni possono essere applicate all’assistenza sanitaria.

(6)

Minacce alla sostenibilità dal sistema sanitario( modifica | modifica fonte )

  1. Inquinamento causato dallo smaltimento dei rifiuti di plastica
  2. Smaltimento inadeguato dei rifiuti biomedici, soprattutto quando raggiungono i nostri corsi d’acqua
  3. L’uso eccessivo di farmaci e il loro effetto inquinante sugli ambienti acquatici attraverso le acque di scarico(4)

La fisioterapia come alternativa sostenibile( modifica | fonte edit )

La fisioterapia è unica nei sistemi di assistenza sanitaria; utilizza la comunicazione con il paziente, la palpazione, i test fisici speciali e la valutazione del movimento per la diagnosi e il trattamento dei disturbi. La fisioterapia si basa meno sull’uso di test diagnostici o di apparecchiature che consumano energia e l’impronta di carbonio associata.(4)

Per illustrare come la fisioterapia possa essere un’alternativa sostenibile di successo agli attuali sistemi sanitari, esamineremo due argomenti in modo più dettagliato: come la fisioterapia pre-operatoria può ridurre l’impronta di carbonio degli ospedali e come la fisioterapia può essere un’alternativa ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per la gestione del dolore.

Impronta di carbonio dell’ospedale e fisioterapia pre-operatoria( modifica | fonte edit )

Studi emergenti suggeriscono che il sistema sanitario mondiale ha un’impronta di carbonio pari a circa il 4,4% delle emissioni nette globali di gas serra, che è fino a due gigatoni di anidride carbonica.(4) Uno studio del 2020 di Karliner et al. ha affermato che “se l’assistenza sanitaria globale fosse un paese, sarebbe il quinto emettitore di emissioni di gas serra al mondo”.(7)

Quanto costa una tonnellata di anidride carbonica? Come vengono calcolate le emissioni di gas serra? Guardate questo video di meno di 2 minuti per vedere un esempio di come viene fatto in Canada:

(8)

L’infrastruttura di base di un ospedale può creare una grande impronta di carbonio. Questa infrastruttura comprende l’energia e i beni medici durevoli utilizzati quotidianamente e includono:

  • Elettricità: viene utilizzata per alimentare qualsiasi cosa, dalle necessità di base come l’illuminazione, i computer, il raffreddamento e il riscaldamento, ai dispositivi medici più complessi e i sistemi di monitoraggio
  • Diagnostica medica: comprende apparecchiature mediche come i dispositivi per la diagnostica per immagini. L’impronta di carbonio di questi dispositivi comprende l’energia per farli funzionare, l’energia e le risorse necessarie per costruirli e produrli e il trasporto, a volte globale, per consegnarli all’ospedale
  • Procedure chirurgiche: comprende l’elettricità per far funzionare la suite, la strumentazione e la diagnostica, l’autoclave per preparare l’allestimento chirurgico, l’impronta di tutti i materiali sterili monouso e l’impronta del trasporto di tutto il personale chirurgico e di supporto
  • Degenza ospedaliera post-operatoria del paziente: comprende tutta l’elettricità necessaria per far funzionare l’ospedale e le apparecchiature di monitoraggio, preparare i pasti, lavare la biancheria, il personale di trasporto(4)

Considerando la letteratura esistente, è importante considerare il potenziale della fisioterapia pre-operatoria nel ridurre l’impronta di carbonio degli ospedali. Anche con l’avvento delle risorse rinnovabili, come l’energia solare, l’elevata domanda di energia degli ospedali continuerà a dipendere dal consumo di combustibili fossili, aumentando l’impronta di carbonio. (9)(10) La fisioterapia può essere utilizzata per ridurre la durata della degenza ospedaliera dei pazienti attraverso la partecipazione agli interventi terapeutici pre-operatori per gli interventi chirurgici programmati. La fisioterapia pre-operatoria favorisce un recupero precoce e quindi una degenza ospedaliera più breve. Una durata della degenza più breve riduce l’impronta di carbonio complessiva del paziente durante la sua permanenza in ospedale. Esempi tratti dalla letteratura includono:

  1. È stato dimostrato che l’uso della riabilitazione multidisciplinare pre-operatoria per migliorare la capacità funzionale del paziente, fornire un’educazione sulle aspettative in ospedale e pianificare una dimissione precoce riduce la degenza ospedaliera dopo un’artroplastica del ginocchio o dell’anca da 10,5 a 6,5 giorni.(11)
  2. I pazienti che hanno partecipato agli esercizi respiratori pre-operatori sotto la guida di un fisioterapista sono risultati avere meno complicazioni respiratorie e hanno avuto una durata complessiva della degenza più breve, 9,6±3,2 giorni rispetto a 13±5 giorni, dopo un innesto di bypass aorto-coronarico (CABG).(12)

Gestione del dolore con i FANS e la fisioterapia ( modifica | modifica fonte )

I FANS vengono prescritti per il trattamento del dolore lieve o moderato. Sono tra i farmaci più comunemente prescritti al mondo grazie alla loro forte efficacia e al basso potenziale di abuso.(13) I FANS più comunemente prescritti includono il diclofenac, l’ibuprofene e il naprossene, che sono tra i dieci inquinanti farmacologici più persistenti, rappresentando oltre il 15% di tutti i farmaci rilevati negli ambienti acquatici. Essendo farmaci assunti per via orale, i FANS vengono ingeriti, metabolizzati ed espulsi dal corpo umano prima di arrivare negli impianti di depurazione e, infine, in fiumi, laghi e oceani. (4)

Il video seguente, della durata di 4 minuti, illustra il modo in cui i prodotti farmaceutici attraversano il ciclo dell’acqua del pianeta. È sorprendente quanto spesso possano influire sulla qualità della vita degli esseri umani.

(14)

I FANS hanno effetti tossici su diverse forme di vita acquatica, tra cui pesci, molluschi e crostacei. Questi farmaci alterano l’omeostasi metabolica degli animali bersaglio, che a loro volta alterano l’ecosistema in generale. I FANS inducono uno stress ossidativo nelle forme di vita acquatica che provoca alterazioni dell’attività enzimatica e cambiamenti nella trascrizione genica.

  • Diclofenac: modula i geni dei pesci che influiscono sulla capacità del rene di ripararsi e rigenerarsi, ha un impatto sulla funzione delle branchie e del fegato, altera il comportamento alimentare e influisce sulla gametogenesi, limitando la capacità di riproduzione della specie. Il diclofenac causa anche disturbi dello sviluppo e deformità nei pesci
  • Naprossene: influenza l’espressione genica antiossidante nell’intestino dei pesci
  • Ibuprofene: influisce sulla produzione di uova di pesce e sulla loro capacità di schiudersi
  • Acetaminofene: ha un effetto immunosoppressivo sul sistema immunitario dei pesci(4) (15)

La fisioterapia può essere un’alternativa sostenibile per la gestione del dolore. È possibile migliorare i disturbi soggettivi del dolore senza l’uso di FANS con interventi di fisioterapia. È noto che i FANS orali hanno un’ampia gamma di effetti collaterali negativi diretti sulla salute dell’uomo, tra cui l’aumento del rischio di eventi avversi a carico del tratto gastrointestinale (perforazione, ulcere, emorragie), del sistema cardiovascolare(infarto miocardico, insufficienza cardiaca, ipertensione), del fegato e dei reni.(4)

Gli effetti limitati dei FANS sulla riduzione del dolore e i loro diversi effetti negativi sulla salute umana, acquatica e degli ecosistemi rendono evidente la necessità di alternative sostenibili per ridurre il dolore muscolo-scheletrico da lieve a moderato. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche al riguardo, sempre più evidenze suggeriscono che la fisioterapia è meglio tollerata e almeno altrettanto efficace dei FANS nel trattamento del dolore muscolo-scheletrico da lieve a moderato per una serie di condizioni.(4) I seguenti interventi fisioterapici hanno evidenze crescenti a sostegno del loro utilizzo nella gestione del dolore muscolo-scheletrico:

Conclusioni(edit | edit source)

La ricerca quotidiana dimostra quanto sia interconnessa tutta la vita sulla Terra e come gli esseri umani stiano alterando il delicato equilibrio del nostro pianeta attraverso l’inquinamento e il riscaldamento globale. Lavorando per gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite è possibile migliorare la vita su questo pianeta per tutti gli esseri viventi. Il sistema sanitario deve adoperarsi per ridurre l’impronta di carbonio ricorrendo, quando possibile, a risorse rinnovabili e migliorare l’efficienza dell’assistenza ai pazienti per diminuire la necessità di ricovero in ospedale e la durata media della degenza. Inoltre, il sistema sanitario deve rivalutare la sua dipendenza dall’uso di farmaci antidolorifici e rivolgersi a opzioni più sostenibili. La fisioterapia può aiutare a soddisfare entrambe le esigenze. Sono necessarie ulteriori ricerche per rafforzare il ruolo della fisioterapia come alternativa sostenibile ai FANS.

Risorse(edit | edit source)

Articoli correlati:

Ulteriore visualizzazione:

  • Per una discussione più approfondita sulla fisioterapia ambientale, vi invitiamo a consultare questo webinar del Dr. Filip Maric, PT.(22)

Citazioni(edit | edit source)

  1. United Nations. UN Climate Change Conference UK 2021. Available from: https://ukcop26.org (accessed 15/11/2021).
  2. 2.0 2.1 United Nations. Global Issues, Climate Change. Available from: https://www.un.org/en/global-issues/climate-change (accessed 15/11/2021).
  3. Maric, F., Groven, K.S., Banerjee, S. & Dahl-Michelsen, T. (2021). Essentials for sustainable physiotherapy: Introducing environmental reasoning into physiotherapy clinical decision-making. Fysioterapeuten, 4/21.
  4. 4.00 4.01 4.02 4.03 4.04 4.05 4.06 4.07 4.08 4.09 4.10 Banerjee, S, Sustainable Healthcare. Sustainable Healthcare and Environmental Physiotherapy. Plus. November 2021.
  5. Youtube. Simpleshow Explains the Carbon Footprint. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=8q7_aV8eLUE (accessed 18/11/2021).
  6. Youtube. Scope of GHG emissions Explained. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=q8VMsHKcywg (accessed 20/11/2021).
  7. Karliner J, Slotterback S, Boyd R, Ashby B, Steele K, Wang J. Health care’s climate footprint: the health sector contribution and opportunities for action. European Journal of Public Health. 2020;30(Supplement_5).
  8. Youtube. How We Measure Greenhouse Gas Emissions. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=EBNBSLRDFdg (accessed 19/11/2021).
  9. González González, A., García-Sanz-Calcedo, J., Salgado, D.R. A quantitative analysis of final energy consumption in hospitals in Spain. Sustainable Cities and Society, 2018;36: 169-175.
  10. Environmental Physiotherapy Association. Can pre-operative physiotherapy reduce the carbon footprint of hospitals?. Available from: http://environmentalphysio.com/2020/11/04/can-pre-operative-physiotherapy-reduce-the-carbon-footprint-of-hospitals/ (accessed 16/11/2021).
  11. Crowe, J., Henderson, J. Pre-Arthroplasty Rehabilitation is Effective in Reducing Hospital Stay. Canadian Journal of Occupational Therapy, 2003;70(2):88-96.
  12. Sobrinho, M.T., Guirado, G.N., Silva, M. Preoperative therapy restores ventilatory parameters and reduces length of stay in patients undergoing myocardial revascularization. Brazilian Journal of Cardiovascular Surgery, 2014;29(2), 221-228.
  13. Kim SY, Chang YJ, Cho HM, at al. Non-steroidal anti-inflammatory drugs for the common cold. Cochrane Database Syst Rev. 9, CD006362. 2015
  14. Youtube. Safer Pharma | Pharmaceuticals in the environment. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=lAc4qExVGNg (accessed 20/11/2021).
  15. Świacka, K., Michnowska, A., Maculewicz, J., Caban, M., Smolarz, K., Toxic effects of NSAIDs in non-target species: a review from the perspective of the aquatic environment, Environmental Pollution, 2021;273.
  16. Devereaux M, Velanoski KQ, Pennings A, Elmaraghy A. Short-Term Effectiveness of Precut Kinesiology Tape Versus an NSAID as Adjuvant Treatment to Exercise for Subacromial Impingement: A Randomized Controlled Trial. Clin J Sport Med. 2016 Jan;26(1):24-32.
  17. Mansiz-Kaplan B, Pervane-Vural S, Celik O, Genc H. Comparison of the effects of using non-steroidal anti-inflammatory drugs with or without kinesio taping on the radial nerve in lateral epicondylitis: A randomized-single blind study, EXPLORE. 2021 July-August;17(4):327-333.
  18. Hayati M, Yazdi Z, Abbasi M. Comparison of Non-steroidal Anti-inflammatory Drugs and Knee Kinesio Taping in Early Osteoarthritis Pain: A Randomized Controlled Trial, Journal of Bodywork & Movement Therapies. 2019 July;23(3):666-670.
  19. Sanz D R, Solano F U, López D L, Corbalan I S, Morales C R, Lobo C C. Effectiveness of Median Nerve Neural Mobilization Versus Oral Ibuprofen Treatment in Subjects Who Suffer From Cervicobrachial Pain: a Randomized Clinical Trial. Archives of Medical Science. 2018;14(4):871-879.
  20. 20.0 20.1 20.2 20.3 Bendtsen L. Drug and Nondrug Treatment in Tension-type Headache. Therapeutic Advances in Neurological Disorders. 2009 May;2(3):155-61.
  21. 21.0 21.1 van Driel M, Anderson E, McGuire T, Stark R. Medication Overuse Headache: Strategies for Prevention and Treatment Using a Multidisciplinary Approach. Hong Kong Med J 2018;24:617–22.
  22. Youtube.Environmental Physiotherapy by Dr. Filip Maric. Available from: https://www.youtube.com/watch?v=u5UBzqGdcO8&t=40s (accessed 19/11/2021).


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili