Peabody Developmental Motor Scale (PDMS-2)

Redazione principaleWanda van Niekerk

Contributori principaliWanda van Niekerk, Jess Bell, Kim Jackson, Mariam Hashem e Robin Tacchetti

Introduzione(edit | edit source)

Cp bambino seduto equilibrio.jpg

Il Peabody Developmental Motor Scale è stato sviluppato e pubblicato per la prima volta nel 1983 da Rhonda Folio e Rebecca Fewell.(1) Una seconda edizione è stata pubblicata nel 2000 dagli stessi autori (PDMS-2),(2) che rappresentava una valutazione più accurata, ampia e completa delle performance motorie.(3)

Vantaggi del PDMS-2( modifica | modifica fonte )

  • Il PDMS-2 è uno strumento eccellente per valutare lo sviluppo motorio dei bambini piccoli, in quanto fornisce test e scale di valutazione differenti per le abilità motorie grossolane e per quelle fini.(4)
  • La standardizzazione della batteria di test è stata effettuata su un totale di 2003 bambini negli Stati Uniti e in Canada; si tratta della prima batteria standardizzata a livello nazionale.(2)(4)
  • È l’unico strumento di questo tipo che combina la valutazione con l’intervento pianificato. È incluso un programma pianificato di 104 attività motorie di insegnamento e terapia.(2)(4)
  • Queste attività sono organizzate in base allo sviluppo del bambino. Il programma può aiutare lo sviluppo delle abilità del bambino, a condizione che venga completata la valutazione delle abilità del bambino sulla base della batteria di test.(4)

Applicazione del PDMS-2( modifica | modifica fonte )

Il PDMS-2 è stato progettato per identificare i ritardi nello sviluppo dei bambini. Può essere utilizzato in diverse popolazioni e contesti per raggiungere obiettivi specifici. Questi possono includere(2)(5)(6):

  • valutare la competenza motoria del bambino rispetto ai suoi coetanei
    • ad esempio, in un contesto clinico in cui possono essere valutati bambini con diverse diagnosi e con un’ampia gamma di disturbi neuromuscolari e dove può essere fornita una terapia
  • identificare ritardi o disturbi nello sviluppo
    • ad esempio, in un ambiente scolastico/ prescolare per identificare i bambini che potrebbero avere un ritardo nello sviluppo, nonché i loro punti di forza e di debolezza
  • valutare i progressi del bambino
    • questo test è stato sviluppato per identificare i punti di forza e di debolezza nello sviluppo motorio del bambino
    • somministrare il test prima e dopo un intervento fisioterapico è un buon modo per documentare i progressi del bambino e misurare l’efficacia dell’intervento
  • scopi della ricerca
    • il PDMS-2 è il gold standard ed è spesso utilizzato nella ricerca e nella letteratura per valutare la natura dello sviluppo motorio in diverse popolazioni di bambini
  • utilizzare i deficit di competenze specifiche per sviluppare obiettivi individualizzati
    • questo aiuta a definire gli obiettivi del trattamento e un piano di trattamento basato sui punti di forza e di debolezza dello sviluppo motorio del bambino

Qualifiche dell’esaminatore( modifica | modifica fonte )

Il PDMS-2 può essere eseguito da diversi professionisti sanitari, tra cui:

  • fisioterapisti
  • terapisti occupazionali
  • psicologi
  • medici
  • insegnanti di educazione fisica

Non è necessario completare un corso o un accreditamento specifico per utilizzare il PDMS-2, ma è utile avere una buona conoscenza delle fasi dello sviluppo del bambino (compreso lo sviluppo tipico e atipico).(5) Si consiglia inoltre di avere una conoscenza approfondita di:(7)

  • statistiche del test
  • la procedura generale per la somministrazione del test
  • assegnazione del punteggio e interpretazione del punteggio
  • informazioni specifiche sui test della motricità grossolana e fine
  • sviluppo nei bambini che non progrediscono come i loro coetanei

Validità e affidabilità del PDMS-2( modifica | modifica fonte )

Il PDMS-2 ha dimostrato di essere uno strumento di misura affidabile e valido in diverse popolazioni pediatriche, come ad esempio:

  • bambini con disturbo dello spettro autistico(8)
  • bambini con paralisi cerebrale(9)
  • bambini e neonati nati prematuramente(10)(11)
  • bambini che ricevono fisioterapia per varie diagnosi(12)(13)

Popolazione target( modifica | modifica fonte )

Il PDMS-2 può essere utilizzato per i bambini dalla nascita ai 5 anni (60 mesi) di età.(2)

Kit di strumenti del PDMS-2( modifica | modifica sorgente )

PDMS-2.png

Il kit di strumenti del PDMS-2 è disponibile per l’acquisto online e comprende i seguenti materiali necessari per la somministrazione del test:

  • Examiner’s Manual
    • include la storia dello sviluppo dei test
    • descrive la validità e l’affidabilità del test
    • contiene le varie tabelle per l’assegnazione del punteggio
  • The Guide to Item Administration
    • comprende una descrizione e delle immagini di ciascuna attività o abilità valutata
  • Motor Activities Program Book
    • include vari modi/opzioni per insegnare al bambino le abilità con le quali ha difficoltà
    • viene discussa ed evidenziata anche l’importanza delle varie competenze
  • Profile / Summary Form
    • un documento in cui è possibile aggiungere tutti i dati grezzi per creare un grafico a punteggio
  • Examiner’s Record Booklet
    • utilizzato dal terapista durante la somministrazione del test per assegnare un punteggio a tutte le attività o abilità valutate
  • Test Manipulatives Document
    • indica quali sono gli item necessari per la somministrazione del test, ad esempio una palla da 8 pollici, una palla da tennis, una corda, una sedia, un metro, etc.
  • Peabody Motor Development Chart

Somministrazione del PDMS-2( modifica | modifica sorgente )

Consigli degli autori( modifica | modifica fonte )

  • Leggere prima il manuale
  • Farsi assistere da qualcuno che abbia familiarità con il test
  • Eseguire il test tre volte prima di concludere un punteggio
  • Creare un ambiente calmo e piacevole
  • Essere sensibili ai limiti del bambino, cercando di evitare che si senta frustrato(2)

Suggerimenti importanti( modifica | modifica fonte )

  • Tutti gli item della valutazione dovrebbero essere presentati in modo preciso, con indicazioni verbali e dimostrazioni specifiche
  • Somministrare il test in un ambiente con distrazioni minime
  • L’area in cui viene somministrato il test dovrebbe essere organizzata in anticipo, le aree dovrebbe essere delimitate e misurate in anticipo e l’attrezzatura dovrebbe essere pronta. In questo modo si evita qualsiasi interruzione durante il test e si consente il suo svolgimento. Esempi di aree da misurare in anticipo sono(5):
    • Una linea sul pavimento chiaramente marcata (con vernice spray o nastro adesivo) – larga 10 cm e lunga 2,5 m
    • È necessario delimitare un’area in cui il bambino possa correre – 3 metri, 9 metri, 13 metri
    • Le distanze di salto devono essere delimitate
    • Saltare da altezze diverse: tenere pronte panchine di altezza corretta

Descrizione del PDMS-2( modifica | modifica sorgente )

Sviluppo del bambino.png

Il PDMS-2 valuta le abilità motorie fini e grossolane dei bambini dalla nascita ai 5 anni di età rispetto ai loro coetanei. Ci sono quattro subtest per la motricità grossolana e due subtest per la motricità fine. I subtest per la motricità grossolana comprendono(14)(15):

  • Riflessi (dalla nascita agli 11 mesi)
  • Performance stazionarie (tutte le età)
  • Locomozione (tutte le età)
  • Manipolazione degli oggetti (a partire da 12 mesi)

I subtest per la motricità fine comprendono:

  • Afferrare (tutte le età)
  • Integrazione visuo-motoria (tutte le età)

Il punteggio totale è determinato dalla somma dei punti di ciascuna sottoscala/item. Ogni item è valutato su una scala di valutazione a 3 punti. La coerenza interna della scala è molto alta (alfa = 0,97).(16)

Subtest per le capacità motorie fini( modifica | modifica fonte )

Gli item per ogni subtest per la parte delle capacità motorie fini del PDMS-2 sono(2):

  • Afferrare
    • Afferrare dei cubi
    • Afferrare un pennarello
    • Abbottonare/sbottonare i bottoni
    • Toccare le dita

Il video qui sotto, realizzato da OT closet, mostra come valutare la parte del test relativa alla motricità fine:

  • Integrazione visuo-motoria
    • Costruire torre / treno / ponte / muro / gradini / piramide
    • Tagliare con le forbici imitando un tratto orizzontale
    • Infilare le perline
    • Piegare la carta
    • Copiare un cerchio / croce / quadrato
    • Tagliare la carta / linea / cerchio / quadrato
    • Allacciare le stringhe
    • Lanciare palline
    • Tracciare una linea
    • Collegare i punti
    • Colorare tra le linee

Somministrazione della parte relativa alla funzione motoria grossolana del PDMS-2( modifica | modifica fonte )

Spesso nei team multidisciplinari, il fisioterapista valuta la funzione motoria grossolana e il terapista occupazionale si concentra sulla parte motoria fine. Come già detto, il PDMS-2 completo è composto da sei subtest. I primi quattro si concentrano sulla motricità grossolana e gli ultimi due sulla motricità fine. Ai fini di questa pagina, l’attenzione si concentrerà sui subtest per la motricità grossolana.

Riflessi:(edit | edit source)

  • Indaga la reazione del bambino agli stimoli esterni o la sua capacità di reagire automaticamente agli eventi ambientali.
  • Questo test viene somministrato solo a bambini di età inferiore a 1 anno, in quanto i riflessi sono tipicamente integrati entro i 12 mesi di vita del bambino.
  • Sotto la voce “Riflessi” vengono valutati otto diversi item. Alcuni di questi sono:
    • Riflesso del cammino

(21)

    • Riflesso di posizionamento: riflesso tonico asimmetrico del collo (integrato)
    • Reazione di Landau

(22)

    • Reazione di protezione – in avanti
    • Reazione di protezione – lato
    • Reazione destra – in avanti
    • Reazione di protezione – indietro

Stazionario(edit | edit source)

  • Questo subtest valuta la capacità del bambino di mantenere il controllo del proprio corpo all’interno del baricentro e la capacità di mantenere l’equilibrio.
  • Trenta diversi item vengono valutati sotto la voce “Stazionario”. Questi possono includere:
    • testa rotante
    • tronco stabilizzante
    • seduta
    • sollevarsi per sedersi
    • in piedi su 1 gamba
    • in piedi sulle punte dei piedi
    • l’avvio di movimenti quali:
      • sit-up
      • push-up

(23)

Locomozione(edit | edit source)

Scale per bambini.jpg

  • Misura la capacità del bambino di spostarsi da un luogo all’altro
  • Questa è la sezione più ampia del PDMS-2, con 89 elementi. Le azioni che vengono misurate includono:
    • gattonare
    • camminare
    • correre
    • saltellare
    • saltare in avanti
    • sostenere il peso
    • rotolare
    • fare un push-up
    • spostarsi in avanti
    • strisciare
    • spostarsi sulle natiche
    • ruotare
    • salire le scale
    • camminare su una linea
    • saltare gli ostacoli
    • skipping

Manipolazione degli oggetti( modifica | modifica sorgente )

Manipolazione dell'oggetto bambino.jpg

  • Questo subtest misura la capacità del bambino di manipolare le palle, come prendere, lanciare e calciare.
  • Queste abilità non sono evidenti fino all’età di 11 mesi, pertanto questo subtest viene somministrato solo ai bambini di età pari o superiore ai 12 mesi.
  • Questo subtest comprende 24 item. Questi sono:
    • prendere una palla
    • lanciare una palla (overhand e underhand)
    • calciare una palla
    • colpire un bersaglio (overhand e underhand)
    • far rimbalzare una palla
    • prendere una palla che rimbalza

Commenti aggiuntivi( modifica | modifica fonte )

In più, il terapista è incoraggiato a osservare e registrare i seguenti comportamenti(7):

  • l’interesse del bambino per il compito
  • l’approccio del bambino alla comprensione delle istruzioni
  • l’approccio del bambino alla risoluzione dei problemi
  • i commenti o le risposte non verbali del bambino al compito
  • la latenza di risposta del bambino
  • l’uso di autocorrezioni da parte del bambino
  • la mano preferita dal bambino per lanciare, afferrare, etc.
  • la direzionalità del bambino nel trasferimento dei materiali

Valutazione e assegnazione del punteggio del PDMS-2( modifica | modifica fonte )

Il terapista chiederà al bambino di svolgere un’attività specifica e osserverà come il bambino la svolge. Gli item hanno un punteggio pari a 2, 1 o 0.

  • 0 = il bambino non può o non vuole tentare un item o il tentativo non indica che l’abilità specifica stia emergendo
  • 1 = la performance del bambino mostra una chiara somiglianza con i criteri di padronanza dell’item, ma non soddisfa pienamente i criteri o ci sono segni di un’abilità emergente
  • 2 = il bambino esegue l’item secondo i criteri specificati per la padronanza dell’abilità

È troppo dispendioso in termini di tempo somministrare il libretto completo dell’esaminatore per ogni bambino, quindi si raccomanda di iniziare o inserire il test al punto di ingresso appropriato per l’età del bambino, come indicato nella scheda di valutazione. Nel libretto dell’esaminatore, le diverse età sono segnate in blu scuro: è da qui che il test viene “inserito” e proseguito. Il test inizierà dal livello basale. Questo è il livello in cui un bambino riceve un punteggio di 2 su 3 item consecutivi. Il test verrà interrotto al livello del soffitto. Questo è il livello in cui un bambino ottiene un punteggio pari a 0 in ciascuno dei tre item consecutivi. Questo verrà fatto per ogni subtest.(2)

(24)

Si noti che le competenze da valutare sono tutte in ordine cronologico. Ad esempio, se un bambino non sta ancora in piedi, la valutazione si concentrerà su attività come il rotolamento o il gattonamento.(5)

La durata del test è normalmente di circa 45-60 minuti. Alcuni terapisti preferiscono svolgere le sezioni di motricità grossolana e motricità fine in giorni diversi, in quanto svolgerle una dietro l’altra potrebbe essere troppo per il bambino.

In qualsiasi punto del PDMS-2, verranno valutati tre subtest di motricità grossolana. Se il bambino ha meno di 11 mesi, i tre subset inclusi saranno i riflessi, le performance stazionarie e la locomozione. Se il bambino ha più di 1 anno, i tre subtest da valutare saranno le performance stazionarie, la locomozione e la manipolazione degli oggetti.

Esempi di assegnazione del punteggio negli item del subtest( modifica | modifica sorgente )

Riflessi(edit | edit source)

Quando si valuta il riflesso del cammino o del passo in un bambino di età inferiore agli 11 mesi, il terapista mantiene il bambino da sotto il petto in su su un tavolo. Si permette al bambino di compiere alcuni passi automatici. Se il bambino è in grado di sollevare un piede e poi l’altro nella deambulazione in avanti entro tre secondi, si può assegnare un punteggio pari a 2. Se il bambino solleva un piede, ma non riesce a fare i passi entro 3 secondi, si può assegnare un punteggio pari a 1. Se le gambe del bambino rimangono ferme e non vengono fatti passi, si può assegnare un punteggio pari a 0.(5)

Locomozione(edit | edit source)

Al bambino viene chiesto di camminare su una linea larga 10 cm e lunga 2,5 metri. Se il bambino è in grado di camminare sulla linea per un metro e mezzo, gli viene assegnato un punteggio di 2.(5)

Assegnazione del punteggio del PDMS-2( modifica | modifica fonte )

Il punteggio del PDMS-2 è documentato nel profilo del punteggio o nel modulo di sintesi. Questo viene fatto dopo la somministrazione del test. I punteggi dei dati grezzi vengono utilizzati insieme alle varie appendici disponibili nella guida di riferimento del PDMS-2 e da questi si possono calcolare i seguenti punteggi standardizzati(2):

  • equivalenti per età
  • percentili
  • punteggi standard
  • quozienti di motricità grossolana

Punteggio grezzo( modifica | modifica fonte )

Il punteggio grezzo è la somma dei vari punteggi (0, 1 e 2) su ciascuno degli item. Poiché il test è “inserito” al livello basale (in cui il bambino ottiene tre 2 di fila), si può presumere (e questa ipotesi è incorporata nel test) che il bambino abbia ottenuto 2 in tutti gli item prima dell’inizio (livello basale) del test. Anche questi item dovevano essere aggiunti come parte del punteggio grezzo.

Sintesi del profilo( modifica | modifica fonte )

I punteggi dei dati grezzi vengono aggiunti al modulo di riepilogo del profilo. È fondamentale conoscere l’età del bambino prima di iniziare la valutazione e, nel caso di bambini nati prematuramente, si utilizzerà l’età corretta fino a 2 anni.

Nell’Examiner’s Manual (manuale dell’esaminatore), la Tabella A viene utilizzata per determinare il percentile del bambino per i vari subtest, in base al punteggio grezzo ottenuto. Questo punteggio percentile può essere utilizzato come indicazione della necessità di fisioterapia. Anche il punteggio standard dei vari subtest viene estratto dalla Tabella A e aggiunto al documento di sintesi del profilo.

La tabella B del manuale dell’esaminatore fornisce il punteggio della motricità grossolana. Il punteggio della motricità grossolana è la somma dei punteggi standard di ciascuno dei subtest. In base al punteggio della motricità grossolana, si determina il percentile delle capacità motorie del bambino.

La Tabella C nel manuale dell’esaminatore fornisce la competenza del bambino in base all’età per ciascuno dei subtest separati, quali riflessi, performance stazionarie, locomozione e manipolazione degli oggetti.

Nella pagina di sintesi del profilo, è possibile elaborare un grafico basato su tutti i vari punteggi ottenuti dalle tabelle A, B e C nel manuale dell’esaminatore.

(27)

Interpretazione del punteggio( modifica | modifica fonte )

È importante notare che i bambini provenienti da paesi diversi potrebbero ottenere punteggi diversi da quelli forniti nel PDMS-2. Ad esempio, in India è stato dimostrato che i valori standard delle abilite motorie grossolane dei bambini sono inferiori a quelli americani.(28) Oppure in Israele, dove non si gioca molto a baseball, il lancio di una palla da tennis nelle posizioni overhand e underhand potrebbe essere un po’ più difficile per i bambini. Le differenze culturali potrebbero avere un ruolo nella somministrazione del test e nella scelta degli oggetti utilizzati.

Nei bambini prematuri, il deficit della motricità grossolana potrebbe rafforzarsi nel tempo.(10) Ad esempio, a 18 mesi il deficit potrebbe non essere molto evidente e il punteggio del bambino potrebbe rientrare negli ampi valori standard di sviluppo. Tuttavia, all’età di 5 anni, i deficit potrebbero essere più evidenti. Si raccomanda ai terapisti di tenere conto di questo aspetto nella valutazione e nel trattamento del bambino e di rivalutarlo regolarmente per assicurarsi che il divario nello sviluppo della motricità grossolana non si stia ampliando, ma riducendo.

Obiettivi e pianificazione della terapia( modifica | modifica fonte )

Il Motor Activities Program Book è uno strumento molto utile da consultare nella pianificazione della terapia e nella definizione degli obiettivi. Fornisce le ragioni per cui il bambino è in grado di eseguire le varie abilità. Fornisce inoltre modi utili per affrontare i ritardi di sviluppo associati a ciascuno degli item e fornisce esempi di progressioni. Può fornire al terapista buone idee su come iniziare la terapia e affrontare i problemi specifici dello sviluppo. Può anche aiutare a pianificare un programma a domicilio in cui anche i genitori o i caregiver possono essere coinvolti nell’aiuto al bambino.(5)

In definitiva, il nostro obiettivo terapeutico è quello di aiutare il bambino con ritardi nello sviluppo a essere un bambino più felice, produttivo, abile nei movimenti e nel proprio ambiente.(5)

Citazioni(edit | edit source)

  1. Folio MR, Fewell RR. Peabody developmental motor scales and activity cards. DLM Teaching Resources; 1983.
  2. 2.0 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 2.7 2.8 Folio MR, Fewell RR. PDMS-2 Peabody developmental motor scales second edition. Austin: PRO-ED Inc. 2000.
  3. Valentini NC, Zanella LW. Peabody Developmental Motor Scales-2: The Use of Rasch Analysis to Examine the Model Unidimensionality, Motor Function, and Item Difficulty. Frontiers in Pediatrics. 2022 Apr 20;10:852732-.
  4. 4.0 4.1 4.2 4.3 Dourou E, Komessariou A, Riga V, Lavidas K. Assessment of gross and fine motor skills in preschool children using the Peabody Developmental Motor Scales Instrument. Eur Psychomotricity J. 2017;9:89-113.
  5. 5.0 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 5.6 5.7 Taragin, A. Administration and Scoring of the Peabody Developmental Motor Scale – 2. Course, Plus2020.
  6. Zanella LW, Valentini NC, Copetti F, Nobre GC. Peabody Developmental Motor Scales-(PDMS-2): Reliability, content and construct validity evidence for Brazilian children. Research in Developmental Disabilities. 2021 Apr 1;111:103871.
  7. 7.0 7.1 Peabody Developmental Motor Scales (PDMS)– 2 Erin Chang, OTS, Karinette Leano, OTS, Thanh Luong, OTS, and Lisa Mireles, OTS. Presentation on Slideshare. Available from https://www.slideshare.net/stanbridge/peabody-developmental-motor-scales-pdms-2 (last accessed 27 August 2020).
  8. Holloway JM, Long TM, Biasini F. Relationships between gross motor skills and social function in young boys with an autism spectrum disorder. Pediatric physical therapy: the official publication of the Section on Pediatrics of the American Physical Therapy Association. 2018 Jul;30(3):184.
  9. Clutterbuck GL, Auld ML, Johnston LM. High‐level motor skills assessment for ambulant children with cerebral palsy: a systematic review and decision tree. Developmental Medicine & Child Neurology. 2020 Jun;62(6):693-9.
  10. 10.0 10.1 Tavasoli A, Azimi P, Montazari A. Reliability and validity of the Peabody Developmental Motor Scales-for assessing motor development of low birth weight preterm infants. Pediatric neurology. 2014 Oct 1;51(4):522-6.
  11. Wang M, Mei H, Liu C, Zhang Y, Huixian LI, Yan F. Application of the Peabody developmental motor scale in the assessment of neurodevelopmental disorders in premature infants. Chinese Pediatric Emergency Medicine. 2017 Jan 1;24(10):760-3.
  12. Phillips D. Concurrent Validity and Responsiveness of the Peabody Developmental Motor Scales-2 (PDMS-2) in Infants and Children with Pompe Disease undergoing Enzyme Replacement Therapy.
  13. Parmar Sanjay KS. Applicability of Peabody developmental Motor Scales PDMS-2 as a developmental assessment scale for Indian children. Occup Ther Int. 2008;2:1-3.
  14. Karimi H, Aliabadi F, Hosseini Jam M, Afsharkhas L. Evaluation of motor skills in high-risk infants based on Peabody Developmental Motor Scales (PDMS-2). International Journal of Children and Adolescents. 2016 Jan 10;2(1):4-7.
  15. Fay D, Wilkinson T, Anderson AD, Hanyzewski M, Hellwig K, Meador C, Schultz K, Wong J. Effects of Modified Instructions on Peabody Developmental Motor Scales, Gross Motor Scores in Children with Typical Development. Physical & occupational therapy in pediatrics. 2019 Jul 4;39(4):433-45.
  16. Minoliti R, Crepaldi M, Antonietti A. Identifying Developmental Motor Difficulties: A Review of Tests to Assess Motor Coordination in Children. Journal of Functional Morphology and Kinesiology. 2020 Mar;5(1):16.
  17. Mary Gavacs. MNE OTA 59 mo. # 7. Available from https://www.youtube.com/watch?v=HS6cdiNozmE (last accessed 17 November 2020)
  18. Mary Gavacs. MNE OTA Peabody Developmental Motor Scales: Fine Motor Subtest, 48 mo, #8.(last accessed 17 November 2020)
  19. Mary Gavacs. MNE OTA PDMS 59 months #10. (last accessed 17 November 2020
  20. Mary Gavacs. MNE OTA PDMS 59 mo #9. (last accessed 17 November 2020)
  21. Nicole Edmonds. Spontaneous Stepping Reflex. Published on 22 October 2018. Available from https://www.youtube.com/watch?v=cn7XPS21avE (last accessed 30 August 2020)
  22. Healthy Life. Postural Reflexes – Landau. Newborn Reactions (6 months). Published on 16 November 2014. Avaialable from https://www.youtube.com/watch?v=Q5pZNd93qEw. (last accessed 30 August 2020)
  23. Kaitlyn Morley. Stationary subset of PDMS-2. Published on 3 June 2015. Available from https://www.youtube.com/watch?v=rlo0gKpQ-ig&t=8s. (last accessed 30 August 2020)
  24. RP. Peabody Motor Skills Basal and Ceiling EXPLAINED!!!! Available from https://www.youtube.com/watch?v=XCrz-JwtRts. (last accessed 17 November 2020)
  25. Robby Carson. PDMS-2 Scoring. Available from https://www.youtube.com/watch?v=H6I0mxriCAU. (last accessed 17 November 2020)
  26. Robby Carson. Calculation and Interpretation of Scores of the Peabody. Available from https://www.youtube.com/watch?v=9iO5MqHKgxo&t=11s. (last accessed 17 November 2020)
  27. Cheyann Walters. Peabody Developmental Motor Scales – 2nd Edition. Published on 16 September 2019. Available from https://www.youtube.com/watch?v=cVW1NrFrs08. (last accessed 30 August 2020)
  28. Tripathi R, Joshua AM, Kotian MS, Tedla JS. Normal motor development of Indian children on Peabody developmental motor scales-2 (PDMS-2). Pediatric Physical Therapy. 2008 Jul 1;20(2):167-72.


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili