Cambio di paradigma – Progressione della riabilitazione della caviglia

Redattrice principaleEwa Jaraczewska sulla base del corso di Helene Simpson

Contributori principaliEwa Jaraczewska e Kim Jackson

Introduzione(edit | edit source)

Nella seconda parte del corso, la docente presenta un programma di esercizi progressivo per la riabilitazione della caviglia. Questo programma incorpora l’esperienza della docente nel lavoro con pazienti di tutte le fasce d’età e con diverse lesioni alla caviglia. Questo programma ha lo scopo di “assicurarsi che i nostri pazienti siano funzionali e che siano pronti quando arriveranno alla fase 3, in cui dovranno fare le cose della riabilitazione specifica per lo sport”.(1)

Principi generali( modifica | modifica fonte )

  • Insegnare al paziente a passare dalla posizione seduta a quella eretta
  • Istruire il paziente a stare in piedi con le stampelle e ad appoggiare il piede sul pavimento
  • Insegnare al paziente a eseguire le attività della vita quotidiana (ADL) di base e avanzate, tra cui entrare e uscire dalla doccia, salire e scendere dall’auto
  • Valutare la calzatura del paziente: le scarpe dovrebbero essere stabili, se il paziente sta indossando lo stivale, l’altezza della scarpa sul lato opposto dovrebbe essere regolata
  • Istruire il paziente su come camminare correttamente
  • Incorporare il cardiofitness nella routine di allenamento. Evitare le attività cardio che comportano troppe forze di taglio o di compressione
  • Stratificare gli esercizi: raggiungere un livello e passare al livello successivo
  • Fornire al paziente un programma di esercizi a casa che comprenda tre livelli di difficoltà e tre tipi di esercizi:

Livello di difficoltà

  1. esercizio di facile o media difficoltà che il paziente si senta incoraggiato a fare
  2. esercizio da moderato a intenso
  3. esercizio difficile (sfida)

Tipo di esercizi

  • Esercizi di propriocezione o di equilibrio
  • Esercizi di rinforzo
  • Esercizi per il range di movimento

Guida agli esercizi( modifica | modifica fonte )

Principianti(edit | edit source)

  • Stare in piedi su due piedi con e senza stampelle
  • Spostamento del peso dal lato infortunato a quello sano
  • Squat e squat profondo con il peso del corpo equamente distribuito su entrambi i piedi
  • Movimento di torsione della parte superiore del corpo e/o esercizi per le braccia durante lo squat

Principi del Balance Error Scoring System (BESS)( edit | edit source )

Il paziente è in piedi vicino a una parete o a una sedia, oppure appoggia due dita contro la parete con una progressione fino a non toccare la parete:

  • In piedi con i piedi uno accanto all’altro, gli occhi chiusi
  • In piedi con il piede infortunato davanti, peso distribuito equamente tra i due piedi
  • In piedi con il piede infortunato dietro, peso distribuito equamente tra i due piedi

Posizione della falcata( modifica | modifica fonte )

Il paziente è in piedi nella posizione della falcata con la gamba infortunata davanti, entrambi i piedi appoggiati sul pavimento:

  • Flessione bilaterale delle ginocchia
  • Flessione bilaterale delle ginocchia con rotazione del tronco
  • Flessione bilaterale delle ginocchia con manubri, palle mediche o kettlebell tenuti in mano e movimento degli arti superiori verso l’alto, verso il basso e lateralmente

Il paziente è in piedi nella posizione della falcata con la gamba infortunata davanti, con i talloni sollevati da terra:

  • Rotazione del tronco
  • Rotazione del tronco con manubri, palle mediche o kettlebell tenuti in mano

Progressione: il paziente è in piedi nella posizione della falcata con la gamba infortunata davanti, con entrambi i talloni sollevati da terra

Theraband(edit | edit source)

Theraband legato a un’estremità a una superficie stabile e all’altra estremità intorno alla gamba infortunata:

  • Rotazione del tronco
  • Affondi dritti
  • Affondi con rotazione
  • Terreno modificato: tappetino per l’equilibrio, palla Bosu
  • Esercizi che utilizzano i principi dello Star Excursion Balance Test (SEBT):
    • Esercizi a una sola gamba sulla gamba sana e raggiungere avanti, indietro, di lato, verso il basso
    • Esercizi a una sola gamba sulla gamba infortunata e raggiungere avanti, indietro, di lato, verso il basso
    • Palla sotto il piede: allungare e ritornare, andare indietro, far rotolare la palla intorno a un cerchio
  • Esercizi per l’arco plantare:
    • In piedi nella posizione della falcata, con i talloni sollevati dal pavimento, mantenendo l’allineamento del corpo
    • Fare un passo avanti, fare un passo indietro
  • Progressione nel controllo dell’allineamento: posizionare il theraband sotto il ginocchio

Rinforzo del tibiale posteriore( modifica | modifica fonte )

  • Esercizio Windscreen Wiper
  • Esercizio di sollevamento dei polpacci modificato con una palla morbida tra le caviglie:
    • Spremere e mantenere
    • Spremere, mantenere, sollevare a metà range e mantenere la posizione per 30 secondi
  • Sollevamenti dei polpacci senza palla
    • Due piedi su seguiti dal sollevamento del lato sano, mantenere per 15-20 secondi, tornare a stare in piedi su entrambi i piedi (“due su, uno con tenuta, due giù”)
    • Progressione: “Uno su, uno con tenuta, due giù”.

Rinforzo intrinseco( modifica | modifica fonte )

Il paziente è seduto sulla sedia:

  • Il piede e le dita spingono verso il basso: il paziente cerca di mantenere le dita dei piedi più lunghe o più estese possibile. La posizione viene mantenuta mentre il paziente tira delicatamente le dita dei piedi dietro e cerca di sollevare l’arco plantare
  • Il TheraBand viene posizionato sotto la parte anteriore del piede. Il paziente tira il theraband per aggiungere tensione alla fascia. Successivamente, il paziente lo tira premendo le dita dei piedi contro il pavimento e tirando il TheraBand dietro
  • Attività combinate per intrinseci e flessori: il theraband viene posizionato sotto il piede. Il paziente springe verso il basso gli intrinseci e il terapista tira verso l’alto la fascia, mentre i flessori vengono attivati per mantenere le punte delle dita dei piedi a terra. Successivamente, il terapista lo tira su, in modo che il paziente ottenga un’estensione. Il paziente lavora nella fascia, spingendo le dita dei piedi verso il pavimento.
  • Esercizio per il flessore lungo dell’alluce: il paziente ruota leggermente i piedi in fuori e porta l’alluce verso la linea mediana, in modo che lo spazio tra l’alluce e il secondo dito sia aperto. Il paziente porta il piede dietro e cerca di mantenere quello spazio.

Progressione: eseguire l’esercizio in piedi

Citazioni(edit | edit source)

  1. Simpson H. Paradigm Shift in the Rehabilitation of the Ankle. Ankle Rehabilitation Progression Course. Physiopedia 2022


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili