Vestibular Oculomotor Motor Screening (VOMS) Assessment

Introduzione(edit | edit source)

La valutazione VOMS è uno strumento progettato per identificare i segni e i sintomi di una commozione cerebrale. Secondo i creatori della valutazione VOMS: (1)

  • Sintomi che includono problemi alla vista, annebbiamento e vertigini sono spesso associati a un recupero prolungato dopo una commozione cerebrale
  • La valutazione del sistema vestibolare-oculare fornisce le previsioni più accurate sugli outcome a lungo termine delle commozioni cerebrali legate allo sport

I disturbi del sistema vestibolo-oculare si manifestano comunemente con sintomi di vertigini e instabilità visiva. Quasi il 30% degli atleti che hanno avuto una commozione cerebrale riferisce problemi visivi durante la prima settimana dopo l’infortunio.(2) I disturbi e i sintomi oculo-motori potrebbero manifestarsi come visione annebbiata, diplopia, movimenti oculari alterati, difficoltà di lettura, vertigini, mal di testa, dolore oculare e scarsa concentrazione visiva.(3) Le vertigini, che potrebbero rappresentare un’alterazione sottostante dei sistemi vestibolare e/o oculomotore, sono riferite dal 50% degli atleti con commozione cerebrale(2) ed sono associate a un rischio 6,4 volte maggiore, rispetto a qualsiasi altro sintomo in campo, di previsione di recupero prolungato (>21 giorni).(4)

Le commozioni cerebrali possono compromettere direttamente la funzione oculomotoria. I problemi oculari (scarso tracciamento degli occhi) dopo una commozione cerebrale sono comuni. In particolare, i nervi cranici (CN) III, IV e VI, che innervano i muscoli dell’occhio, sono suscettibili di lesioni in qualsiasi punto del percorso dal tronco encefalico ai muscoli dell’occhio, per cui è necessario valutarli.

Esame obiettivo(edit | edit source)

Il Vestibular/Ocular Motor Screening (VOMS) Assessment, ossia la valutazione di screening motorio vestibolare/oculare, è un breve strumento di screening per la commozione cerebrale della durata di 5-10 minuti. È stato proposto che possa servire come singolo componente di un approccio completo alla valutazione delle commozioni cerebrali.(5)(6) Evidenze più recenti suggeriscono che il VOMS, se usato in combinazione con altri strumenti di valutazione, può aiutare a prevedere gli outcome per le persone che hanno avuto una commozione cerebrale o una lesione cerebrale traumatica lieve (mTBI).(7)(8)(9)

La valutazione VOMS si è affermata come uno strumento di valutazione affidabile e clinicamente rilevante che, se usato in modo appropriato, può migliorare lo screening e il rinvio per un’ulteriore valutazione e trattamento delle disfunzioni vestibolari e/o oculomotorie dopo una mTBI.(8)

Popolazione destinataria( modifica | modifica fonte )

Il test è stato progettato per essere utilizzato con soggetti di età compresa tra i 9 e i 40 anni. Se utilizzato con pazienti al di fuori di questa fascia di età, l’interpretazione potrebbe variare.

Metodo di utilizzo( modifica | modifica fonte )

Per questo test sono necessari: un metro a nastro (cm), un bersaglio con una dimensione dei caratteri di 14 punti e un metronomo.

Il test valuta i disturbi motori vestibolari e oculari attraverso la provocazione dei sintomi riferiti dal paziente dopo ogni valutazione.(5). La valutazione comprende una misurazione di base e 5 domini che vengono registrati nella tabella fornita (vedi sotto). I pazienti valutano verbalmente i cambiamenti nei sintomi di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento rispetto allo stato immediatamente precedente alla valutazione su una scala da 0 (nessuno) a 10 (grave) dopo ogni valutazione VOMS per determinare se ogni valutazione provoca dei sintomi.

Screening oculo-motorio vestibolare.JPG

Misurazione di base( modifica | modifica sorgente )

Prima di eseguire i 5 domini dello screening VOMS, è importante stabilire i sintomi di base del paziente. Su una scala da 0 a 10, chiedere al paziente di valutare i sintomi a riposo di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento.

Per ciascun dominio, la provocazione dei sintomi dovrebbe essere considerata un risultato positivo.(10) I sintomi provocati possono includere, ma non essere limitati a: mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento mentale.

Dominio 1: Inseguimento oculare lento( modifica | modifica fonte )

Saccadi verticali.JPG

Questo testa la capacità di seguire un bersaglio che si muove lentamente. Il paziente e l’esaminatore sono seduti. L’esaminatore tiene un polpastrello a una distanza di 1 metro dal paziente. Il paziente viene istruito a mantenere la concentrazione sul bersaglio mentre l’esaminatore lo muove lentamente in direzione orizzontale, 50 cm a destra e 50 cm a sinistra della linea mediana. Una ripetizione è completa quando il bersaglio si muove avanti e indietro alla posizione di partenza, quindi vengono eseguite 2 ripetizioni. Il bersaglio dovrebbe essere mosso a una velocità che richiede circa 2 secondi per andare completamente da sinistra a destra e 2 secondi per andare completamente da destra a sinistra. Il test viene ripetuto con l’esaminatore che muove il bersaglio lentamente in direzione verticale, 50 cm sopra e 50 cm sotto la linea mediana, per 2 ripetizioni complete su e giù. Di nuovo, il bersaglio dovrebbe essere mosso a una velocità che richiede circa 2 secondi per muovere gli occhi completamente verso l’alto e 2 secondi per muoverli completamente verso il basso.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo il test.

Dominio 2: Saccadi( modifica | modifica fonte )

Saccadi orizzontali.JPG

Questo testa la capacità degli occhi di muoversi rapidamente da un bersaglio all’altro. Il paziente e l’esaminatore sono seduti.

  • Saccadi orizzontali: L’esaminatore mantiene due punti singoli (punte delle dita) orizzontalmente a una distanza di 1 metro dal paziente, e 50 cm a destra e 50 cm a sinistra della linea mediana in modo che il paziente deve guardare 30 gradi a sinistra e 30 gradi a destra. Chiedere al paziente di muovere gli occhi il più rapidamente possibile da un punto all’altro. Una ripetizione è completa quando gli occhi si muovono avanti e indietro alla posizione di partenza e vengono eseguite 10 ripetizioni.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo il test.

  • Saccadi verticali: Ripetere il test con 2 punti mantenuti in verticale a una distanza di 1 metro dal paziente, e 50 cm sopra e 50 cm sotto la linea mediana, in modo che il paziente deve guardare 30 gradi verso l’alto e 30 gradi verso il basso. Chiedere al paziente di muovere gli occhi il più rapidamente possibile da un punto all’altro. Una ripetizione è completa quando gli occhi si muovono su e giù alla posizione di partenza, e vengono eseguite 10 ripetizioni.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo il test.

Dominio 3: Convergenza( modifica | modifica sorgente )

Convergenza.JPG

La convergenza viene valutata sia attraverso la segnalazione dei sintomi sia attraverso la misurazione oggettiva del punto prossimo di convergenza (NPC). Viene fatta la media dei valori NPC su 3 prove e i valori NPC normali sono entro i 5 cm.(11)

Misura la capacità di vedere un bersaglio vicino senza che ci sia uno sdoppiamento della vista. Il paziente è seduto e indossa le lenti correttive (se necessario). L’esaminatore è seduto di fronte al paziente e osserva i suoi movimenti oculari durante questo test. Il paziente si concentra su un piccolo bersaglio (dimensione del caratteri di circa 14 punti) a distanza di un braccio e lo porta lentamente verso la punta del naso. Il paziente viene istruito a smettere di muovere il bersaglio quando vede due immagini distinte (visione doppia) o quando l’esaminatore osserva una deviazione verso l’esterno di un occhio. L’annebbiamento dell’immagine viene ignorato. La distanza in centimetri tra il punto di arresto del bersaglio e la punta del naso viene misurata e registrata con un metro a nastro. Questa operazione viene ripetuta per un totale di 3 volte, registrando ogni volta le misure.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo il test. Anormale: punto prossimo di convergenza ≥ 6 cm dalla punta del naso.

Dominio 4: Vestibular-Ocular Reflex (VOR) Test( edit | edit source )

Test VOR verticale.JPG

Valuta la capacità di stabilizzare la visione mentre la testa si muove. Il paziente e l’esaminatore sono seduti. L’esaminatore mantiene un bersaglio di dimensione dei caratteri di circa 14 punti davanti al paziente, sulla linea mediana, a una distanza di 1 metro.

Test VOR orizzontale: Al paziente viene chiesto di ruotare la testa in orizzontale mantenendo il focus sul bersaglio. Utilizzando un metronomo impostato a 180 battiti al minuto (bpm), la testa viene mossa a un’ampiezza di 20 gradi su ogni lato con il battito. Una ripetizione è completa quando la testa si muove avanti e indietro alla posizione di partenza e vengono eseguite 10 ripetizioni.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo il test.

Test VOR verticale: il test viene ripetuto con il paziente che muove la testa in verticale mantenendo il focus sul bersaglio. Utilizzando un metronomo impostato a 180 bpm, la testa viene mossa in un’ampiezza di 20 gradi verso l’alto e di 20 gradi verso il basso con il battito. Una ripetizione è completa quando la testa si muove su e giù alla posizione di partenza, e vengono eseguite 10 ripetizioni.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo il test.

Dominio 5: Visual Motion Sensitivity (VMS) Test( edit | edit source )

Conosciuto anche come test di cancellazione del VOR.

Test di sensibilità al movimento visivo (VMS).JPG

Valuta la sensibilità visiva al movimento e la capacità di inibire i movimenti oculari indotti dal vestibolo utilizzando la vista.

Il paziente è in piedi con i piedi alla larghezza delle spalle, rivolto verso un’area trafficata della clinica. L’esaminatore si posiziona accanto e leggermente dietro al paziente, in modo che quest’ultimo sia sorvegliato ma il movimento possa essere eseguito liberamente. Il paziente mantiene il braccio esteso e ha il focus sul pollice. Impostare il metronomo a 50 bpm. Mantenendo il focus sul pollice, il paziente ruota insieme, come un’unità, la testa, gli occhi e il tronco a un’ampiezza di 80 gradi a destra e di 80 gradi a sinistra, al ritmo dei battiti del metronomo. Una ripetizione è completa quando il tronco ruota avanti e indietro alla posizione di partenza, e vengono eseguite 5 ripetizioni.

Registrare: valori di mal di testa, vertigini, nausea e annebbiamento dopo una pausa di 10 secondi per tenere conto dei sintomi latenti dopo il test(12).

Evidenze(edit | edit source)

Il VOMS ha dimostrato coerenza interna e sensibilità nell’identificare i pazienti con commozioni cerebrali(5)(13)(14).

Mucha et al.(5) hanno riscontrato che il test dimostra coerenza interna e validità di base rispetto alla Post-Concussion Symptom Scale (PCSS). Inoltre, suggeriscono che potrebbe “fornire evidenze preliminari per l’uso del VOMS per identificare i pazienti con commozioni cerebrali legate allo sport da controlli sani”.

Moran et al.(13) hanno sostenuto l’implementazione della valutazione di base del VOMS nella pratica clinica, grazie a un’elevata coerenza interna, alle forti relazioni tra gli item del VOMS e al basso tasso di falsi positivi al valore di base negli atleti giovani.

Anzalon et al.(15) suggeriscono che il VOMS può servire come predittore dei tempi di recupero nei pazienti con commozione cerebrale legata allo sport.

Worts et al.(16) hanno riscontrato che il VOMS potrebbe essere più stabile di altre misure di screening e ha meno probabilità di dare luogo a falsi positivi rispetto al test di King-Devick negli atleti adolescenti.

Citazioni(edit | edit source)

  1. UPMC Sports Medicine. Vestibular Ocular Motor Screening (VOMS). Available from: https://www.upmc.com/services/sports-medicine/services/concussion/symptoms-diagnosis/voms (accessed 16/11/2022).
  2. 2.0 2.1 Kontos AP, Elbin RJ, Schatz P, et al. A revised factor structure for the Post-Concussion Symptom Scale: baseline and postconcussion factors. Am J Sports Med. 2012;40(10):2375-2384.
  3. Ciuffreda KJ, Ludlam D, Thiagarajan P. Oculomotor diagnostic protocol for the mTBI population. Optometry. 2011;82(2):61-63.
  4. Lau BC, Kontos AP, Collins MW, Mucha A, Lovell MR. Which on-field signs/symptoms predict protracted recovery from sport-related concussion among high school football players? Am J Sports Med. 2011;39(11):2311-2318.
  5. 5.0 5.1 5.2 5.3 Mucha A, Collins MW, Elbin RJ, Furman JM, Troutman-Enseki C, DeWolf RM, Marchetti G, Kontos AP. A brief vestibular/ocular motor screening (VOMS) assessment to evaluate concussions: preliminary findings. The American journal of sports medicine. 2014 Oct;42(10):2479-86.
  6. Yorke AM, Smith L, Babcock M, Alsalaheen B. Validity and Reliability of the Vestibular/Ocular Motor Screening and Associations With Common Concussion Screening Tools. Sports Health. 2017;9(2):174-80.
  7. Knell G, Caze T, Burkhart SO. Evaluation of the vestibular and ocular motor screening (VOMS) as a prognostic tool for protracted recovery following paediatric sports-related concussion. BMJ Open Sport & Exercise Medicine. 2021 Mar 1;7(1):e000970.
  8. 8.0 8.1 Kaae C, Cadigan K, Lai K, Theis J. Vestibulo-ocular dysfunction in mTBI: Utility of the VOMS for evaluation and management. A review. NeuroRehabilitation. 2022 Jan 1(Preprint):1-8.
  9. Parrington L, King LA, Hoppes CW, Klaiman MJ, Michielutti P, Fino PC, Dibble LE, Lester ME, Weightman MM. Exploring vestibular ocular motor screening in adults with persistent complaints after mild traumatic brain injury. Journal of head trauma rehabilitation. 2022 Sep 23;37(5):E346-54.
  10. Crampton A, Schneider KJ, Grilli L, Chevignard M, Katz-Leurer M, Beauchamp MH, Debert C, Gagnon IJ. Determining the Agreement Between Common Measures Related to Vestibulo-ocular Reflex Function After a Mild Traumatic Brain Injury in Children and Adolescents. Archives of Rehabilitation Research and Clinical Translation. 2022 Sep 1;4(3):100217.
  11. Scheiman M, Gallaway M, Frantz KA, et al. Nearpoint of convergence: test procedure, target selection, and normative data. Optom Vis Sci80(3) 2003:214-225
  12. Mucha A, Collins MW, Elbin RJ, Furman JM, Troutman-Enseki C, DeWolf RM, Marchetti G, Kontos AP. A brief vestibular/ocular motor screening (VOMS) assessment to evaluate concussions: preliminary findings. The American journal of sports medicine. 2014 Oct;42(10):2479-86.
  13. 13.0 13.1 Moran RN, Covassin T, Elbin RJ, Gould D, Nogle S. Reliability and normative reference values for the Vestibular/Ocular Motor Screening (VOMS) tool in youth athletes. The American journal of sports medicine. 2018 May;46(6):1475-80.
  14. Moran RN, Covassin T, Elbin RJ. Sex Differences on Vestibular and Ocular Motor Assessment in Youth Athletes. Journal of athletic training. 2019 Apr;54(4):445-8.
  15. Anzalone AJ, Blueitt D, Case T, McGuffin T, Pollard K, Garrison JC, Jones MT, Pavur R, Turner S, Oliver JM. A positive vestibular/ocular motor screening (VOMS) is associated with increased recovery time after sports-related concussion in youth and adolescent athletes. The American journal of sports medicine. 2017 Feb;45(2):474-9.
  16. Worts PR, Schatz P, Burkhart SO. Test Performance and Test-Retest Reliability of the Vestibular/Ocular Motor Screening and King-Devick Test in Adolescent Athletes During a Competitive Sport Season. Am J Sports Med. 2018;46(8):2004-10.


Lo sviluppo professionale nella tua lingua

Unisciti alla nostra comunità internazionale e partecipa ai corsi online pensati per tutti i professionisti della riabilitazione.

Visualizza i corsi disponibili